Frecce Tricolori: Tofalo visita la Base Aerea di Rivolto

Frecce Tricolori: Tofalo visita la Base Aerea di Rivolto

Il Sottosegretario alla Difesa Tofalo visita la Base Aerea di Rivolto

È Iniziata una settimana intensa di incontri e visite presso i reparti della Difesa in Friuli Venezia Giulia e in Veneto.

Questa mattina, insieme al Generale di Divisione Aerea Francesco Vestito, Comandante delle Forze da Combattimento dell’Aeronautica Militare, mi trovo nella Base Aerea di Rivolto dove hanno sede il 2do stormo, guidato dal Colonnello Andrea Amadori, e il 313esimo Gruppo Addestramento Acrobatico dell’Aeronautica Militare, denominazione ufficiale della Pattuglia Acrobatica Nazionale, al cui comando c’è il Tenente Colonnello Gaetano Farina (Pony 0).

Il 2do stormo è il punto di riferimento missilistico del sistema di difesa aerea nazionale e inoltre assicura i servizi aeroportuali e il mantenimento delle infrastrutture e degli impianti, anche a favore del 313° Gruppo Addestramento Acrobatico. La PAN non ha bisogno di presentazioni.

Tutti conosciamo e amiamo le nostre Frecce Tricolori che colorano di verde, bianco e rosso i cieli di tutto il mondo e sono ambasciatori della storia, dei valori, delle tradizioni italiane.

Sono state in questo periodo difficile il simbolo della ripartenza dell’Italia.

Un’eccellenza del Paese che dal lontano 1 marzo 1961 ci regala uno degli spettacoli più emozionanti al mondo e che, con le sue esibizioni a livello internazionale, esprime in maniera spettacolare le capacità tecniche e tecnologiche del nostro Paese.

La Pattuglia è composta da dieci aerei, nove in formazione e un solista, ed i suoi piloti sono selezionati all’interno dei reparti operativi dell’Aeronautica Militare.

In genere le esibizioni della PAN si svolgono in primavera e in estate, mentre il periodo invernale è dedicato all’addestramento.

Oggi, durante la mia visita, ho voluto ringraziare tutto il personale che ogni giorno contribuisce a rafforzare l’immagine dell’Italia nel mondo promuovendo i valori di unità nazionale, spirito di squadra e solidarietà.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo