Fondi europei- Lombardi: Un Piano regionale di rilancio e resilienza per risollevare il Lazio

Fondi europei- Lombardi: Un Piano regionale di rilancio e resilienza per risollevare il Lazio

“Occorre predisporre un Piano regionale di rilancio e resilienza per la sostenibilità ambientale, la digitalizzazione e la modernizzazione della pubblica amministrazione e per il contenimento del contagio da covid-19 e va previsto il sostegno economico ai settori colpiti per far sì che, anche a supporto del Piano nazionale, si individuino gli interventi strutturali prioritari da realizzare nella nostra regione”

Roma, 27 luglio – “E’ per affermare la priorità di questi principi e di queste azioni, che ho presentato in Consiglio Regionale un Ordine del Giorno che è stato accolto favorevolmente dall’Aula”.

Lo ha dichiarato Roberta Lombardi, capogruppo M5S alla Regione Lazio, a margine del Consiglio straordinario su “Investimenti strutturali, piano rimodulazione fondi europei e misure emergenza covid-19 per contenimento del contagio”.

“Non dobbiamo perdere l’occasione grazie alla quale, con lo straordinario Piano Next Generation EU e la nuova programmazione europea 2021/27 saranno assegnati al Lazio all’incirca 1,5 miliardi di euro fondamentali per risollevare la Regione dalla crisi generata dall’emergenza Coronavirus, e soprattutto per conseguire gli obiettivi di una totale conversione ecologica e digitale della nostra economia e pubblica amministrazione –  ha ribadito la capogruppo M5S – anche con il rafforzamento delle strutture regionali preposte alla informazione, comunicazione, selezione, certificazione ed erogazione dei Fondi strutturali.

E proprio perché l’accesso al Recovery Fund per tutti gli Stati membri è soggetto alla predisposizione di un Piano nazionale di ripresa e resilienza, in quanto tali risorse sono finalizzate a sostenere l’intera comunità europea nell’affrontare l’enorme sfida sanitaria, economica e sociale che ci ha lanciato il covid-19, ho chiesto nell’Atto, che la Regione interloquisca con spirito di leale collaborazione con il Governo nazionale per la definizione di tale Piano affinché  le esigenze della nostra regione siano ampiamente rappresentate. E, allo stesso modo, di supportare  in tutte le sedi istituzionali europee il determinante impegno del Governo per rendere permanenti le misure adottate nell’ultimo vertice Consiglio europeo, quali l’emissione di titoli pubblici comunitari per il sostegno e il rilancio dell’economia europea e nazionale, oltre che per il definitivo superamento del patto di stabilità e delle regole europee di austerity a favore di  una nuova politica di solidarietà e di integrazione europea”.

“Il Lazio – ha concluso Roberta Lombardi – è la seconda regione italiana per PIL, sede della Capitale d’Italia, e regione strategica per l’intera economia nazionale per le numerose eccellenze produttive e i poli universitari e d’alta formazione presenti, rilanciare la regione Lazio significa rilanciare l’intero sistema Paese”.



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio