Foibe, dal riconoscimento reciproco riparte il dialogo e l’amicizia, tra le persone e le culture

I massacri delle foibe e l’esodo dalmata-giuliano sono una pagina terribile di storia che per molto tempo è stata trascurata. Una tragedia fondata sulla ferocia delle ideologie che oggi abbiamo il dovere di ricordare. Mai far prevalere il negazionismo e l’indifferenza.

Riprendendo le parole del Presidente Mattarella, le sofferenze patite non possono essere negate. Il futuro è affidato alla capacità di evitare che il dolore si trasformi in risentimento e questo in odio, tale da impedire alle nuove generazioni di ricostruire una convivenza fatta di rispetto reciproco e di collaborazione. Ogni comunità custodisce la memoria delle proprie esperienze più strazianti e le proprie ragioni storiche. E’ dal riconoscimento reciproco che riparte il dialogo e l’amicizia, tra le persone e le culture.



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali