FINANZIAMENTI PUBBLICI: IL PD VORREBBE REINTRODURLI, NOI DICIAMO NO

Di Tiziana Ciprini:

Mentre il MoVimento 5 Stelle sta lavorando ad una legge sul taglio degli stipendi di tutti i parlamentari, il “nuovo” Pd targato Nicola Zingarettipensa invece a come reintrodurre il finanziamento ai partiti. Sì, proprio così. Il neo tesoriere del Pd “zingarettiano”, Luigi Zanda ha presentato al Senato il 17 ottobre 2018 un disegno di legge che mira a reinserire il finanziamento ai partiti.

Evidentemente al Pd non è bastato intascare dal 1991 oltre 630 milioni di euro di soldi pubblici mentre il Movimento, da quando è nato, ha sempre rifiutato ogni singolo euro, restituendo fino ad oggi ai cittadini, quasi 100 milioni di euro, grazie anche ai tagli degli stipendi!

Se il Pd vuole far finta di essere dalla parte dei cittadini, tentando però di riappropriarsi dei soldi degli italiani ci provi pure, noi faremo sì che ciò non avvenga: abbiamo iniziato con il taglio dei vitalizi e delle pensioni d’oro, il prossimo passo sarà il taglio degli stipendi a tutti i parlamentari.

FINANZIAMENTI PUBBLICI: IL PD VORREBBE REINTRODURLI, NOI DICIAMO NO - M5S notizie m5stelle.com

L’articolo FINANZIAMENTI PUBBLICI: IL PD VORREBBE REINTRODURLI, NOI DICIAMO NO sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini