FIDUCIA A CONTE

FIDUCIA A CONTE - M5S notizie m5stelle.com

“C’era davvero bisogno di aprire una crisi adesso? No.

Rischiamo di perdere il contatto con la realtà nel tentativo di spiegare una crisi per cui non ravviso nessuno plausibile fondamento”.

La Crisi di Governo voluta da Renzi è indecorosa e irresponsabile. La Camera ha ribadito il suo sostegno al Presidente Conte e al Governo, che sono riusciti a tenere la nave salda in mezzo alla peggiore tempesta degli ultimi 75 anni.

Condivido pienamente ciò che il Presidente Conte ha chiesto al Parlamento, e sono orgoglioso di appartenere a un’istituzione, la Camera, che non si è tirata indietro davanti alle proprie responsabilità.

Dobbiamo lavorare tutti insieme per mettere in sicurezza il Paese e portarlo fuori da questa maledetta Pandemia.

Lo abbiamo fatto e lo stiamo facendo a testa alta, senza l’arroganza di crederci perfetti quanto piuttosto con la consapevolezza di aver impiegato tutte le nostre energie per il bene comune, profondendo i nostri sforzi nel coniugare i delicati bilanciamenti costituzionali, le responsabilità istituzionali e i sentimenti delle persone.

Ed è proprio dal benessere delle persone che dobbiamo ripartire. Non solo la sicurezza sanitaria, ma anche il miglioramento della qualità della vita dei cittadini, la riduzione delle disparità, …

E’ stato fatto ogni sforzo per evitare questa crisi di Governo, ma davanti all’ostinata pulsione distruttiva di Renzi, che come l’altro Matteo ha stracciato il principio di leale collaborazione, abbiamo il dovere di voltare pagina, e rafforzare la compagine di Governo con coloro che hanno davvero a cuore le sorti della nostra Italia.
Persone, Pianeta, Prosperità. Sono le 3 P che devono guidare il nuovo patto di legislatura.

Siamo di fronte ad una fase decisiva per il rinnovamento del Paese. I lavori sono già avviati, siamo primi in Europa per l’avanzamento della campagna vaccinale, l’assegno unico per le famiglie coinvolgerà 12 milioni di bambini, abbiamo stilato un Recovery Plan (PNRR) di ampio respiro che interverrà sulla medicina territoriale, sulla ricerca, l’innovazione, la transizione ecologica, …

Ma abbiamo bisogno del sostegno di chi alle polemiche e ai giochi di palazzo preferisce lavorare, con serietà e dedizione, per migliorare le proposte oggi sul tavolo.
Gli italiani hanno dimostrato grande rispetto delle regole e delle istituzioni. Hanno fatto e stanno facendo grandi sacrifici. Ora la Politica deve decidere se dimostrarsi degna di questo rispetto.

La Camera ha deciso di ripagare la fiducia dei cittadini e di continuare a costruire il Paese sulla base di un disegno riformatore coraggioso con al centro della visione lo sviluppo della persona umana.

Ora l’ultima parola spetta al Senato, dove i numeri della maggioranza sono più risicati, ma dove siedono ugualmente 315 rappresentanti dei cittadini italiani.
La credibilità della politica, domani, passa dal Senato. Non deludiamo gli italiani. Non mandiamoli ad elezioni in piena pandemia. Fiducia a Conte, fiducia al Governo. Andiamo avanti con tutte le nostre energie e rimarginiamo insieme le ferite della crisi sanitaria e della crisi economica.


Riccardo Olgiati