FALCONE TOLSE AI MAFIOSI L’IMPUNITÀ

Per capire cosa hanno significato Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nella lotta alla mafia basta un solo dato: prima di loro il 99% dei processi ai mafiosi finivano con un nulla di fatto. Secondo quanto riportato dal magistrato Gioacchino Natoli, dall’unità d’Italia fino al 1992 furono comminati solo 10 ergastoli di mafiosi nel distretto giudiziario di Palermo, a fronte di 10 mila delitti. Tra il 1993 e il 2006, invece, saranno erogati ben 430 ergastoli.

La rottura dell’impunità storica della mafia, trasformatasi nel tempo quasi in immunità, è stata un’azione giudiziaria, civile, sociale e culturale immensa, e bisogna sempre essere grati di questo a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino.

(Molti politici ricorderanno Falcone, oggi. Chiedetegli qual è la posizione del loro partito in merito all’ergastolo ostativo. Il M5S ha presentato una proposta di legge in Parlamento, alla Camera, per non sconfessare l’eredità di Falcone e Borsellino. L’appoggeranno?)

Alessandro Melicchio