Esenzione ticket per pazienti long Covid con quattro mesi di ritardo

“Con oltre quattro mesi di ritardo e senza un adeguato percorso di condivisione con i medici di medicina generale, l’assessore Riccardi annuncia l’imminente recepimento della normativa nazionale per l’esenzione delle spese ai pazienti presi in carico per il cosiddetto long Covid”. Lo afferma il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Andrea Ussai, dopo la risposta a una sua interrogazione sul tema.

“La permanenza di sintomi anche dopo la guarigione dal virus è un problema importante che coinvolge molti cittadini – ricorda Ussai -. Per questo già a febbraio abbiamo presentato una mozione, approvata all’unanimità dall’aula a marzo e definita ‘innovativa e all’avanguardia’ dallo SNAMI, per la presa in carico di questi pazienti con l’esenzione dal ticket”.

“A maggio è stato approvato un Decreto Legge che introduce l’esenzione delle prestazioni di monitoraggio per pazienti ex Covid, allo scopo di garantire una presa in carico omogenea sul territorio nazionale – aggiunge il consigliere M5S -. Oggi l’assessore Riccardi ha comunicato che sono state ultimate le operazioni propedeutiche al recepimento del Decreto, che avverrà con una delibera da approvare nella prima seduta di Giunta utile”.

“Accogliamo positivamente questo annuncio, augurandoci di vedere effettivamente la delibera approvata prima possibile – conclude Ussai -. Rattrista però la mancata comunicazione con i medici di medicina generale sull’attivazione dell’esenzione, mettendoli in difficoltà rispetto alle aspettative dei pazienti e alla mancata risposta sull’implementazione di linee di indirizzo regionali per la presa in carico post guarigione, compresi i percorsi di controllo”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia