ENTRA FINALMENTE IN VIGORE LA LEGGE SULLA PARITA’ SALARIALE

Oggi è un giorno molto significativo ed estremamente importante per milioni di donne e, più in generale, per tutto il nostro Paese. Entra infatti in vigore la legge sulla parità salariale che, anche grazie al prezioso e determinante lavoro svolto dal Movimento 5 Stelle, è stata recentemente approvata all’unanimità da entrambi i rami del Parlamento.

Un intervento volto ad arginare un fenomeno, quello del divario retributivo di genere, che fa perdere ogni anno all’Italia 8 punti di Pil e appannaggio tanto delle lavoratrici quanto delle imprese, che vanno immaginate come due facce della stessa medaglia tra loro interconnesse e indivisibili.Con questo provvedimento le aziende ‘sane’, cioè quelle che rispettano e diffondono le buone pratiche in materia di parità, usufruiranno di aiuti sotto forma di sgravi contributivi.

Ancora: introducendo nel Codice delle Pari Opportunità, tra le discriminazioni indirette, anche gli atti di natura organizzativa e oraria che possono svantaggiare le lavoratrici o limitarne, nei fatti, lo sviluppo di carriera, mettiamo le lavoratrici stesse sullo stesso piano dei colleghi maschi. Un enorme passo avanti dal punto di vista culturale su cui auspichiamo la massima collaborazione da parte delle imprese.A questa legge dobbiamo presto abbinare quella sul salario minimo. In Italia ci sono 4,5 milioni di lavoratrici e lavoratori che guadagnano meno di 9 euro lordi all’ora.

Il nostro è l’unico Paese europeo in cui i salari sono diminuiti rispetto al 1990: dobbiamo invertire la rotta.#paritasalariale#genderpaygap



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini