EMERGENZA CORONAVIRUS: DIMEZZIAMO LO STIPENDIO DI TUTTI I PARLAMENTARI

Siamo in un’emergenza sanitaria senza precedenti, una crisi economica che lascerà sicuramente il segno e in tutto questo è necessario che ciascuno faccia la sua parte.

La scorsa settimana abbiamo donato 3 milioni di euro alla #ProtezioneCivile per acquistare materiale sanitario e attrezzature che servono oggi al nostro Paese: simili iniziative estemporanee sono state fatte da qualche gruppo politico, come destinare una parte del proprio stipendio per iniziative benefiche, ma è il momento che come parlamentari facciamo un’iniziativa forte e coordinata, che dia il segno di vicinanza verso i cittadini che oggi sono chiamati a fare dei sacrifici enormi.

Come sapete, dal 2013 noi portavoce del Movimento 5 Stelle restituiamo parte del nostro stipendio alla collettività: da allora abbiamo ridato ai cittadini 110 milioni di euro.

Nei prossimi giorni proporremo agli Uffici di Presidenza di #Camera e #Senato di deliberare il dimezzamento dello stipendio dei parlamentari, destinando il risparmio ottenuto a iniziative dirette per superare questo periodo di emergenza.

Non servono leggi, non servono decreti: poche ore di seduta e avremo ottenuto un risparmio di 60 milioni di euro l’anno, che sicuramente non risolverà i problemi dell’Italia, ma è un piccolo ed importante segnale.

E lo possono fare anche le Regioni: se tutti i Consigli regionali deliberassero domani il dimezzamento dello stipendio dei propri consiglieri, avremmo una grande cifra a disposizione della collettività.

Sicuramente qualcuno ci taccerà di antipolitica, ma non si tratta di questo, perciò invitiamo anche gli altri a fare come noi: nei prossimi giorni lanceremo l’importante iniziativa per aiutare il nostro Paese a superare questo momento di crisi.

EMERGENZA CORONAVIRUS: DIMEZZIAMO LO STIPENDIO DI TUTTI I PARLAMENTARI - m5stelle.com - notizie m5s

L’articolo EMERGENZA CORONAVIRUS: DIMEZZIAMO LO STIPENDIO DI TUTTI I PARLAMENTARI sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini