E menomale che quelli strani eravamo noi!

Scusate, ma vorrei capire…
Quelli che lasciano il MoVimento perché dicono che si è trasformato in un partito con Giuseppe Conte uomo solo al comando, sono gli stessi che vorrebbero Alessandro Di Battista leader e capo del “loro” movimento e urlano da mesi Adesso Dibba??

Sono quelli che parlano di democrazia calpestata ma approvano senza battere ciglio che un nostro ex eccellente portavoce – perché questo è stato Alessandro e nessuno lo nega – imponga la SUA idea (lasciare il governo draghi), condizione unica e insindacabile, per poter tornare nel MoVimento 5 Stelle?

Sono quelli che parlano sempre di democrazia diretta calpestata perché odiano Di Maio e lo hanno fatto dimettere da capo politico e adesso non accettano Conte Presidente, però se tornasse Diba lo farebbero pure imperatore purché LUI riprenda le redini e detti la SUA legge?

Sono quelli che vogliono sapere i risultati delle votazioni che abbiamo fatto mesi fa per far SOLTANTO PARLARE 30 portavoce cinque minuti A TESTA a conclusione degli Stati Generali, convinti che quella votazione dove si sono espressi poco più di 26 mila iscritti (tra parentesi, l’inverso in cifre del Sì a Conte detto da oltre 62 mila persone!) significhi che Alessandro doveva essere il nuovo LEADER del MoVimento?

Sono quelli che dicono che tornando alla figura unica al comando è stata calpestata la scelta del Comitato Direttivo a Cinque (una votazione a cui avevano preso parte 11 mila iscritti, partecipazione tra le più basse di sempre) e al contempo per mesi hanno continuato ad affidarsi SOLO a diba per “salvare” il MoVimento dalla fantomatica deriva?

E sono sempre gli stessi che in alternativa, sarebbero ben felici di far parte di un “nuovo” movimento sempre con diba al comando???
Chiedo, eh?

E menomale che gli strani e i tifosi eravamo noi!

P. S. Forse è stato un errore quello di NON aver comunicato i risultati di quella votazione dei 30. Ma in ogni caso, NON ERA l’elezione di un leader, era soltanto una possibilità data a trenta portavoce di dire la loro in un lasso di tempo uguale per tutti!

I delusi non accettano 62 mila che scelgono Conte in una votazione dove si poteva dire di SÌ oppure di NO proprio alla persona, però strepitano perché a loro dire di quei 26 mila di allora la maggior parte aveva chiesto di ascoltare Alessandro (insieme ad altri 29) e quindi da lì per loro si evinceva che lui fosse destinato a guidare il MoVimento!?

P.S. 2. Non oso pensare cosa accadrebbe a costoro, delusi dalle stelle che definiscono “cadenti”, se Giuseppe Conte convincesse Alessandro a rientrare nel MoVimento 5 Stelle. Probabilmente, se questa remota, improbabile possibilità si realizzasse, altro che stelle cadenti… crollerebbe loro direttamente l’universo addosso.

Claudia Cucuccio