E’ il momento di passare alle energie rinnovabili.

Perché il prezzo dell’elettricità in Europa ha raggiunto livelli record?

Le interruzioni dell’approvvigionamento nei settori del carbone e del gas hanno contribuito a far registrare i costi dell’elettricità in tutta Europa, portando a richieste di maggiore sostegno alla produzione di energie rinnovabili per mitigare i futuri aumenti dei prezzi.

Il prezzo medio dell’elettricità nel mercato all’ingrosso di Spagna e Portogallo ha battuto nuovi record per quattro giorni consecutivi la scorsa settimana, raggiungendo una media di 140,23 euro/MWh (166,11 dollari USA/MWh) giovedì, secondo i dati dell’operatore di mercato OMIE.

I prezzi spot tedeschi dell’energia elettrica, nel frattempo, sono stati in media di quasi 83 €/MWh il mese scorso, di gran lunga la consegna più alta di qualsiasi agosto dall’inizio delle negoziazioni nel 2000, secondo una ricerca dell’utility svizzera Axpo, mentre il prezzo dell’energia elettrica di carico di base del Regno Unito ha raggiunto ieri un record.

“Rimane la probabilità che la corsa record dei prezzi continui per ora”, ha affermato Andy Sommer, team leader di analisi e modelli fondamentali presso Axpo Solutions. “La stagione degli uragani atlantici è in pieno svolgimento, portando rischi alle forniture di gas naturale liquefatto (GNL), la capacità di produzione di gas della Russia non è chiara e le scorte europee di gas e carbone rimangono significativamente al di sotto della norma”.

La produzione di energia dal carbone è aumentata per compensare la diminuzione della produzione di gas causata dagli alti prezzi del gas. Tuttavia, le utility non sono in grado di passare dal gas al carbone a un prezzo basso poiché devono pagare molto per il carbonio emesso dagli impianti di generazione del carbone, ha affermato Carlos Torres-Diaz, responsabile dei mercati dell’energia e del gas presso la società di consulenza Rystad Energy.

Nonostante ciò, è stato rivelato che una riduzione della produzione eolica ha significato che il Regno Unito ha acceso ieri una vecchia centrale a carbone che dovrebbe essere disattivata l’anno prossimo. L’operatore del sistema elettrico National Grid ESO ha confermato che il carbone ha costituito in media circa il 3,6% del mix di generazione del Regno Unito durante il giorno, rispetto a poco più del 5% ciascuno per solare ed eolico.

Mentre la generazione eolica europea è stata inferiore quest’estate rispetto agli anni precedenti, la produzione solare nel continente ha raggiunto livelli record a giugno, secondo i dati di Rystad.

E' il momento di passare alle energie rinnovabili. - M5S notizie m5stelle.com

Torres-Diaz ha affermato che l’aumento dei prezzi sottolinea la necessità di più energie rinnovabili: “Questo è sicuramente un buon momento per i progetti rinnovabili di andare avanti e per i governi di incentivare davvero lo sviluppo delle energie rinnovabili perché vedete che queste fluttuazioni dei prezzi del carburante possono influenzare potenzialmente i prezzi dell’energia.”

Con i prezzi del gas che dovrebbero rimanere alti nei prossimi mesi e la domanda di elettricità in aumento man mano che più lavoratori tornano negli uffici, i consumatori chiedono se ci sono modi per limitare gli aumenti della bolletta elettrica.

Tra le misure introdotte in Spagna c’è l’estensione di un’agevolazione fiscale del 7% sulla produzione di energia elettrica nel quarto trimestre del 2021, mentre nella prossima asta di energie rinnovabili del paese il governo prevede di allocare 600 MW di capacità solare ed eolica per progetti accelerati che possono essere online in estate 2022.

L’aggiunta di energie rinnovabili risultante dall’asta “ridurrà direttamente il prezzo dell’elettricità” sostituendo l’energia prodotta da impianti più costosi e inquinanti, ha affermato il ministero spagnolo dell’energia e dell’ambiente quando l’asta è stata annunciata il mese scorso.