Doha: Fiera Libro, stand Italia dedicato ai bambini

È dedicato interamente ai bambini lo stand allestito dall’Ambasciata d’Italia presso la Fiera Internazionale del Libro che si apre a Doha. Il padiglione, creato in collaborazione con “Reggio Children”, organizzazione per la formazione e la promozione dei diritti dell’infanzia, prevede un fitto programma di workshop, esibizioni, letture e percorsi interattivi.

L’obiettivo è fornire ai più piccini un’occasione per avvicinarsi alla lettura. Una possibilità  preziosa in questo momento in cui, in Qatar, le scuole sono chiuse per arginare la pandemia. Il padiglione propone dunque una selezione di libri scritti da autori italiani o pubblicati da case editrici del nostro Paese da consultare liberamente. “Siamo particolarmente fieri del nostro padiglione – ha detto l’Ambasciatore Alessandro Prunas – è la nostra prima partecipazione a un evento istituzionale nel 2022 e abbiamo deciso di dedicarla ai più piccoli che, più degli adulti forse, vivono momenti difficili’’. ‘’Per l’Italia come per il Qatar – ha aggiunto – l’educazione e la promozione delle potenzialità e dei diritti dei bambini sono una priorità, oggi più che mai’’.

Tra gli eventi in programma c’è, il 17 gennaio, la presentazione delle versioni in arabo di due libri di Gianni Rodari, vincitore nel 1970 del premio Hans Christian Andersen (il Nobel per la Letteratura per bambini): la “La torta in cielo” e “Fiabe lunghe un sorriso”. Si tratta di un progetto congiunto dell’Ambasciata d’Italia e del Ministero della Cultura del Qatar . Gli appassionati di Rodari avranno anche la possibilità di visitare l’esposizione “Illustrazioni di Gianni Rodari”, selezione di immagini realizzate da 21 artisti nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair, che per la prima volta viene esposta in Qatar. Lo stand ospiterà anche l’esposizione “Out of silence. Yesterday, today, tomorrow, narrating through wordless books”, 41 libri senza parole pensati da autori italiani che sperimentano una nuova forma narrativa.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale