Dedicato agli ignoranti in malafede

Dedicato agli ignoranti in malafede, finti grillini inclusi, che incolpano il RdC per la restituzione del vitalizio al “celeste”, a del turco e compagnia brutta.

Grazie ad Alessandra Maiorino per l’impeccabile precisazione 👏👏👏👏👏 (cit Gianna Piana
)

I problemi al fondo della questione sono sostanzialmente due:

1. Le commissioni speciali e gli organismi interni, al contrario delle commissioni permanenti, non sono soggette al “riequilibrio” dei loro componenti quando cambiano le maggioranze in parlamento. Per capirci: noi avevamo un componente in commissione Contenziosa, la Riccardi, poi passata alla Lega. La Lega però aveva già un componente, Pillon. In una commissione permanente avremmo potuto chiedere sostituzione. Le speciali o interne sono invece intoccabili, e chi c’è resta, a meno che non si dimetta spontaneamente. E ciò ovviamente non avviene.

2. L’autodichia è il regime di auto governo del Parlamento. Il problema qui è che viene applicata a corrente alternata: quando convengono i regolamenti interni, si applicano quelli, quando conviene la legge ordinaria invece no.
Sembra una questione di diritto, ma è una questione squisitamente politica. L’hanno fatta zozza, ma proprio zozza, usando il potere che hanno di scegliere a proprio piacimento dall’uno o dall’altro menu per favorire i propri amici, e colpire politicamente noi.
A questo punto, per come la vedo io, non ci resta che alzare un bel casino: qui siamo davvero di fronte alla politica deteriore, che usa la propria esperienza, competenza e intelligenza (malefica) per salvaguardare sè stessa e oltraggiare i cittadini.
Per colpire noi, infatti, schiaffeggiano i cittadini tutti.