DECRETOAGOSTO: SGRAVI FISCALI PER LE AZIENDE CHE NON RICHIEDONO NUOVA CASSA INTEGRAZIONE

Nei 12 miliardi destinati dal Decreto Agosto al mondo del lavoro, è prevista una nuova agevolazione per le imprese che stanno affrontando l’emergenza #Coronavirus.

Si tratta dell’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali, nel caso non si richiedano ulteriori trattamenti di cassa integrazione, per un periodo massimo di quattro mesi, fruibili entro il 31 dicembre 2020.

L’esonero comporta l’applicazione del divieto di licenziamento collettivo e per giustificato motivo oggettivo: l’eventuale violazione comporta la revoca dall’esonero contributivo concesso con efficacia retroattiva e l’impossibilità di presentare domanda di integrazione salariale.

Si tratta di un’agevolazione alternativa che consentirà agli imprenditori di avere un aiuto concreto nella ripresa delle loro attività e allo stesso tempo porterà di nuovo i lavoratori in azienda dopo mesi di stop forzato.

Inoltre l’esonero contributivo del Decreto Agosto è cumulabile con altri sgravi o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta.

Una misura per agevolare il ritorno alla normalità per l’intero tessuto aziendale del nostro Paese e per una rapida ripresa delle attività produttive.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini