Decreto Ristori – Il Governo stanzia 5.4 miliardi di euro per dare sostegno a chi è in difficoltà

Lo Stato è a fianco dei settori colpiti e dei cittadini
che stanno maggiormente subendo la crisi economica derivante dalla pandemia in corso

Collaboriamo tutti insieme per superare questo difficile momento che deve vederci uniti. Solo se non perderemo di vista l’obiettivo comune riusciremo ad uscire dalla crisi epocale che stiamo attraversando.

ECCO COSA PREVEDE IL DECRETO RISTORI

PER LE IMPRESE

  • contributi a fondo perduto dal 100% al 400% di quanto erogato con il Decreto Rilancio, direttamente sul conto corrente
  • sospensione dei versamenti contributivi a novembre per le imprese interessate dal nuovo DPCM
  • credito d’imposta del 60% per tre mesi per le spese di affitti commerciali
  • cancellazione della rata IMU di dicembre per proprietari e gestori di attività
  • altre sei settimane di Cassa Integrazione
  • quattro settimane di esonero contributivo per i lavoratori, in alternativa alla Cassa Integrazione

PER I LAVORATORI

  • indennità di 1000 euro per i lavoratori stagionali, intermittenti, venditori porta a porta e prestatori d’opera
  • indennità di 1000 euro per i per i lavoratori autonomi e intermittenti dello spettacolo
  • indennità di 800 euro per i lavoratori dello sport
  • altre sei settimane di cassa integrazione e blocco dei licenziamenti fino al 31 gennaio 2021

PER LE FAMIGLIE

  • due mensilità in più di Reddito di Emergenza per le famiglie in difficoltà

PER CULTURA, TURISMO E SPORT

  • proroga della cassa integrazione e indennità speciali per il settore del turismo:
  • risorse per agenzie di viaggio e alberghi
  • voucher per rimborso biglietti degli spettacoli dal vivo
  • Bonus Vacanze esteso al 2021
  • 50 milioni di euro per lo sport dilettantistico

PER LE FORZE DELL’ORDINE

  • Assunzione di nuovo personale di Polizia Locale e pagamento degli straordinari per Forze dell’Ordine

PER IL MADE IN ITALY

  • 400 milioni per Export e Fiere Internazionali

PER LA SANITA’

  • 300 milioni di euro per consentire ai medici di base ed ai pediatri di eseguire i tamponi antigenici rapidi

PER LA SCUOLA

  • Altri 85 milioni di euro per dispositivi digitali e strumenti di connessione



Di M5S Lazio:

FONTE : M5S Lazio