DDL VOTO AI 18ENNI PER IL SENATO: AUMENTIAMO LA RAPPRESENTANZA PER 5 MILIONI DI CITTADINI

DDL VOTO AI 18ENNI PER IL SENATO: AUMENTIAMO LA RAPPRESENTANZA PER 5 MILIONI DI CITTADINI

Il percorso di riforme mirate della Costituzione che stiamo mettendo in campo in questa legislatura si arricchisce di un nuovo importantissimo tassello: un disegno di legge, già approvato al Senato, che prevede l’estensione del voto ai diciottenni anche per l’elezione dei futuri senatori.

Ad oggi il requisito di 25 anni di età per eleggere i membri del Senato, previsto dall’articolo 58 della nostra Costituzione, rappresenta il più alto limite anagrafico al diritto elettorale in Europa: basti sapere che nel resto del mondo si vota quasi ovunque dai 18 anni, con alcune eccezioni tra i 16 e i 21 anni.

Nelle ultime elezioni politiche del 4 marzo 2018 gli aventi diritto al voto per la Camera sono stati quasi 51 milioni, mentre per il Senato poco più di 46 milioni e mezzo: ciò significa che ci sono quasi 5 milioni di italiani privi della possibilità di scegliere il proprio rappresentante al Senato, come vale invece per gli altri votanti.

Grazie a questa riforma, porremo fine alle distinzioni in ambito di diritto di elettorato attivo, uniformando le platee elettorali di entrambe le Camere



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini