Dalla Ministra Dadone spinta positiva su smart working

Dalla Ministra Dadone spinta positiva su smart working

📲💻

L’emergenza può diventare per la PA una leva di cambiamento e di innovazione.
Lo smart working ha coinvolto in questa fase circa l’85% dei lavoratori e concordo con la Ministra Fabiana Dadone nell’indicare l’obiettivo del 30% per il futuro, una volta che l’emergenza sarà finita. È una scelta con molti impatti positivi, anche ambientali, che non dovrà intaccare produttività ed efficienza. Non meritano replica le polemiche sui buoni pasto alimentate da esponenti dell’opposizione in calo di consenso. È innegabile che la ministra Dadone sul tema della PA digitale abbia ereditato il deserto da chi l’ha preceduta.

Ci tengo a sottolineare la sua immediata disponibilità ad intervenire oggi in audizione di persona, a fronte di alcuni problemi tecnici riscontrati durante la videoconferenza. Ritengo personalmente positiva anche l’apertura a una norma per garantire la continuità delle prestazioni dei centri per minori, a domicilio o a distanza.
In questo momento bisogna garantire il sostegno a categorie fragili e fare di tutto per salvare posti di lavoro.



Di Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali:

FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali

(Visited 3 times, 1 visits today)