Dal finanziamento alle riserve naturali, agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento: pioggia di sì alle norme 5 Stelle

Dal finanziamento  alle riserve naturali  agli incentivi per le auto elettriche, al software antinquinamento. E ancora sblocco per 3 milioni di euro per le edicole danneggiate dal Covid, ok al catasto dei suoli percorsi dagli incendi, bonus per le bollette elettriche per i disabili gravissimi. C’è questo e tanto altro  targato 5 Stelle all’interno del maxiemendamento alla Finanziaria che ha avuto il via libera dall’aula.

Si comincia dai diversi interventi previsti in materia ambientale: stanziati ulteriori 500.000 euro in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia, per evitarne la paralisi e i licenziamenti del personale. Destinati 100 mila euro per far realizzare ad Arpa Sicilia il software che permetterà di analizzare ed elaborare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali. Rifinanziati, per il secondo anno, con 200.000 euro, gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica mentre un apposito emendamento permetterà di accelerare l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco (soprassuoli), facendo intervenire i commissari della Regione nei Comuni inadempienti. A proposito di pubblica amministrazione, sarà obbligatorio pubblicare integralmente tutte le delibere di giunta, di consiglio e le determine dirigenziali, che devono restare pubblicate per 5 anni. 

Numerosi gli emendamenti in tema di imprese, commercio e turismo: sbloccato l’accesso a 3 milioni di euro per le edicole siciliane, istituiti i Distretti del commercio, ovvero la precisa regolamentazione e promozione da parte della Regione degli esercizi commerciali di vicinato, mentre è passata anche la proposta di istituire con 200 mila euro una sede dell’Enoteca regionale anche a Vittoria, così da coprire il territorio del del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola, e la proposta che prevede di incentivare la tutela degli ex sportellisti nelle agenzie per il lavoro. Altro emendamento da 500 mila euro in favore dei centri di assistenza alle cooperative (istituiti con legge regionale 4/2003), e ulteriori 300.000 in favore delle società sportive che partecipano ai campionati di serie A e B e 50.000 euro per le trasferte degli artisti da e per gli aeroporti siciliani in occasione di manifestazioni ed eventi musicali di grande richiamo turistico, organizzati nelle zone interne del territorio della Regione. Infine, sarà istituita una Commissione tecnica regionale, che avrà il compito di supportare l’amministrazione e i Comuni nell’individuare, redigere e realizzare azioni in materia di cammini e di turismo sostenibile. Si estende poi anche agli operatori della pesca artigianale e alle imprese autonome appartenenti alla piccola pesca, la possibilità di accedere al fondo di solidarietà regionale della pesca destinato alla concessione di contributi per chi è stato colpito da calamità.  

Molto corposo il ventaglio di emendamenti dedicati alle persone con disabilità e ai minori. Mezzo milione di euro per la creazione di spiagge per diversamente abili nel Messinese e l’attivazione di Strutture abitative riabilitative, ovvero strutture residenziali terapeutico-riabilitative pubbliche di piccole dimensioni dove i degenti svolgono attività di riabilitazione psichiatrica e psicosociale di assistenza territoriale. I certificati medici per gli atleti con disabilità siano rilasciati gratuitamente dalle Asp, (stanziamento di 100 mila euro), mentre è stato approvato un contributo di mille euro per ogni disabile gravissimo siciliano che  usa apparecchiature elettromedicali. Passati poi emendamenti che prevedono: uno stanziamento  di 100 mila euro per gli atleti disabili, finalizzato a sostenere le spese di trasporto; l’istituzione di un “Tavolo tecnico per la tutela dei diritti dei minori” finalizzato a combattere efficacemente il disagio giovanile e la dispersione scolastica. Sempre in ambito di assistenza, un contributo concreto ai malati oncologici e di alopecia viene dall’emendamento con cui la Regione erogherà ai malati oncologici (che per via delle cure perdono i capelli) e di alopecia: 300 euro per l’acquisto di protesi tricologiche (parrucche), per uno stanziamento complessivo di 500 mila euro. 

Infine, tra le opere pubbliche di maggiore rilievo, grazie a emendamenti M5S sono stati ottenuti finanziamenti per gli edifici storici di Favara e per la Scalinata monumentale di Santa Maria del Monte, a Caltagirone, oltre che per lo stadio di Termini Imerese.

Altri emendamenti hanno riguardato in particolare la provincia di Messina: previste risorse per gli albergatori di Vulcano (200 mila euro) e per la mostra sul sisma del 1908 a Messina, oltre che per la realizzazione di una strada di collegamento tra la Statale 114 e il villaggio di Santo Stefano Briga, con punti di accesso nei villaggi interclusi. La Regione avocherà a sé il progetto di riqualificazione ambientale della vallata S. Stefano.

Di seguito il dettaglio dei singoli interventi approvati: 

Pesca artigianale e imprese piccola pesca accederanno al fondo regionale: passa l’emendamento Damante (M5S)

“Abbiamo esteso anche agli operatori della pesca artigianale e alle imprese autonome appartenenti alla piccola pesca, la possibilità di accedere al fondo di solidarietà regionale della pesca destinato alla concessione di contributi alle imprese di pesca e ai relativi equipaggi e alle imprese dell’acquacoltura, colpiti da calamità naturali, avversità meteomarine di carattere eccezionale o di naufragi”.

Lo dichiara la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Ketty Damante. Proprio da un suo emendamento scaturisce l’estensione della misura in favore degli operatori della pesca. L’atto è stato approvato oggi durante l’esame della Finanziaria all’Ars. 

Tutela ex sportellisti Cpi: passa l’emendamento di Roberta Schillaci (M5S)

Incentivare la tutela degli ex sportellisti nelle agenzie per il lavoro, sfruttando le competenze acquisite nei vari anni in materia di politiche attive del lavoro presso i centri per l’impiego, è l’obiettivo dell’emendamento proposto dalla deputata regionale Roberta Schillaci del Movimento 5 Stelle e approvato oggi in Aula durante l’esame della Finanziaria. 

“Le Agenzie per il lavoro – commenta Schillaci – ai fini dell’accreditamento presso la Regione Siciliana ai sensi della normativa vigente, per le attività di orientamento e tutoraggio potranno così avvalersi dei cosiddetti ex sportellisti, un bacino oggi dimezzato rispetto ai 1200 ex lavoratori iniziali, esperti in politiche attive del lavoro e rimasti senza lavoro da anni. Il know how acquisito non va disperso”.

Trasferte per gli spettacoli, c’è il sostegno della Regione: approvato emendamento M5S presentato da Roberta Schillaci

Un contributo per l’organizzazione delle trasferte, da e per gli aeroporti siciliani, degli artisti coinvolti in manifestazioni ed eventi musicali di grande richiamo turistico che si svolgono in Sicilia, organizzati nelle zone interne del territorio della Regione: è il senso dell’emendamento approvato oggi in Aula, durante l’esame della Finanziaria, su proposta della deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Roberta Schillaci, con un impegno di spesa di 50.000 euro. 

“Considerando le difficoltà legate agli spostamenti all’interno della nostra regione – commenta Schillaci – e il caro benzina, abbiamo ritenuto utile prevedere un contributo per le trasferte degli artisti, che hanno necessità di spostarsi con mezzi adeguati al trasporto dell’attrezzatura necessaria”. 


Catasto incendi, passa l’emendamento Ciancio (M5S): i commissari della Regione nei Comuni inadempienti

Accelerare l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco (soprassuoli) è l’obiettivo dell’emendamento presentato dalla deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Gianina Ciancio e approvato oggi in Aula durante l’esame della Finanziaria, che si propone di agire concretamente sul fronte della prevenzione incendi. 

“In merito all’obbligo di censire e aggiornare annualmente il catasto dei soprassuoli – spiega Ciancio – vista l’inerzia dimostrata dalla gran parte dei Comuni siciliani, attraverso questo emendamento si prevede che la Regione Siciliana nomini dei commissari che si sostituiscano ai sindaci inadempienti. Inoltre si stabilisce il termine del 31 luglio di ogni anno per l’aggiornamento del catasto incendi che si sono verificati nel corso dell’anno precedente. La legge quadro nazionale è la 353 del 2000, recepita in Sicilia nel 2006. Da allora, nonostante le precise prescrizioni normative, ben pochi Comuni si sono adeguati e la legge è rimasta lettera morta. Eppure il catasto incendi è indispensabile per preservare la destinazione urbanistica del terreno colpito dall’incendio e applicare le sanzioni previste dalla legge sulle aree incendiate, come ad esempio il divieto di edificazione o di pascolo”.

Sbloccati 3 milioni di euro per le edicole, grazie all’emendamento Sunseri (M5S) in Finanziaria

Sbloccati 3 milioni di euro in favore delle edicole siciliane, grazie a un emendamento in Finanziaria voluto dal deputato regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Sunseri.

“L’atto rimedia – spiega Sunseri – ad una discriminazione subita dagli edicolanti che attendono da due anni una misura di sostegno economico. L’emendamento ‘sblocca-milioni’ consentirà a tutte le edicole di rientrare nella misura senza dover dimostrare il requisito della perdita di fatturato. Si tratta di un contributo importante per le edicole che hanno vissuto una crisi pandemica sovrapposta alla preesistente crisi economica del settore. “L’Assemblea regionale siciliana ha prestato attenzione al grido di allarme più volte lanciato dagli operatori e, grazie a un emendamento del Movimento 5 Stelle, si è assunta la responsabilità di sbloccare l’accesso a uno stanziamento significativo che costituirà una vera e propria boccata di ossigeno per le edicole siciliane”.

Trasporto atleti disabili e per le squadre sportive di serie A e B: contributi approvati con emendamenti di Roberta Schillaci (M5S)

Per gli atleti disabili, uno stanziamento di 100 mila euro finalizzato a sostenere le spese di trasporto e per sostenere le trasferte delle società sportive che partecipano ai campionati di serie A e B, uno stanziamento di ulteriori 300.000 euro. Lo prevedono due emendamenti alla Finanziaria, approvati oggi in Aula e presentati dalla deputata regionale Roberta Schillaci, del Movimento 5 Stelle. 

“Doveroso da parte del nostro gruppo – commenta Schillaci – favorire e sostenere la pratica sportiva di persone con disabilità, erogando contributi per le spese di trasporto per la partecipazione alle attività sportive. Secondo quanto stabilito, il contributo è rivolto a tutti i praticanti attività sportiva paralimpica e prevede il rimborso delle spese sostenute per raggiungere le strutture di allenamento per un massimo di € 50,00 settimanali a ciascun soggetto. Anche in favore di quelle società sportive professionistiche, semiprofessionistiche, dilettantistiche, partecipanti a campionati di serie A e B, indetti dalle competenti federazioni sportive riconosciute dal CONI e dal CIP, secondo quanto previsto dalla legge regionale 31/1984, abbiamo disposto uno stanziamento aggiuntivo per fronteggiare i maggiori costi che le società dovranno sostenere a causa del caro benzina e del caro voli”.  

“Si tratta – aggiunge Schillaci – di alcune misure che intervengono rispetto a specifiche esigenze degli sportivi siciliani, nell’attesa e nella speranza che l’Assemblea possa procedere con l’iter del mio disegno di legge sullo sport, purtroppo rimasto seppellito in quinta commissione e che rappresenta una riforma organica di tutto il settore di cui la nostra isola ha profondamente bisogno”. 

Un tavolo tecnico per tutelare i diritti dei minori: istituito in Finanziaria su proposta di Roberta Schillaci (M5S)

Istituito il “Tavolo tecnico per la tutela dei diritti dei minori”, attraverso un emendamento in Finanziaria voluto dalla deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Roberta Schillaci. L’iniziativa ha lo scopo di garantire il costante adeguamento alle esigenze dei minori e combattere efficacemente il disagio giovanile e la dispersione scolastica. 

“Il tavolo – spiega Schillaci – istituito presso il dipartimento della Famiglia e delle Politiche sociali, dovrà essere consultato prima della stesura di progetti realizzati anche con fondi extraregionali da parte dei competenti assessorati e ciò al fine di realizzare di azioni mirate in sinergia sul territorio regionale, contro ogni forma di disagio giovanile e di dispersione scolastica, fenomeni che nell’ultima indagine condotta in commissione Antimafia, cui appartengo, si sono rivelati particolarmente diffusi e preoccupanti, soprattutto nelle realtà periferiche delle grandi città siciliane. La Regione si dota così di uno strumento, composto da tutti i soggetti interessati, che servirà a monitorare costantemente la situazione e agire di conseguenza, operando in sinergia ed evitando la sovrapposizione delle misure messe in campo. I componenti del tavolo tecnico, che si riunirà almeno due volte l’anno, svolgeranno i loro compiti a titolo gratuito e senza rimborso spese”. 

Assistenza alle cooperative, in Finanziaria stanziati 500 mila euro grazie a emendamento Siracusa (M5S)

Destinati in Finanziaria 500 mila euro in favore dei centri di assistenza alle cooperative (istituiti con legge regionale 4/2003), grazie a un emendamento proposto dal deputato regionale Salvo Siragusa, del Movimento 5 Stelle. 

“L’assessorato regionale delle Attività produttive – spiega Siragusa – è stato autorizzato dalla legge a finanziare l’istituzione ed il funzionamento dei centri di assistenza alle imprese cooperative, ma l’attuale dotazione finanziaria prevista dal relativo capitolo di bilancio non è sufficiente alla copertura di tutto il servizio. Abbiamo ritenuto necessario proporre una variazione in aumento, per assicurare che il servizio di assistenza possa utilmente svolgersi in favore delle aziende. Riteniamo infatti che su questo versante si debba puntare molto, in quanto la cooperazione siciliana rappresenta una parte molto rilevante nel mondo delle imprese, un vero motore di sviluppo sia economico che sociale e  i centri di assistenza costituiscono un importante anello di connessione tra l’amministrazione pubblica e le cooperative”. 

Certificati medici gratis per gli atleti disabili: approvato emendamento del deputato 5 Stelle Giorgio Pasqua

Certificati medici gratuiti per gli atleti con disabilità: lo prevede un emendamento approvato in Finanziaria e proposto dal deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Giorgio Pasqua, facendo fronte ai maggiori oneri con uno stanziamento di 100 mila euro. 

“Sono circa 2.500 – afferma Pasqua – gli atleti disabili giovani e adulti iscritti al Comitato italiano paralimpico e tutti necessitano di certificato medico sportivo o agonistico che costa mediamente 25 euro. La maggior parte di questi atleti – abbiamo appurato – ha spesso difficoltà a reperire questa somma minima e così sarà la Regione a farsene carico rendendo gratuito il rilascio della certificazione medica da parte delle Aziende sanitarie provinciali, in favore degli iscritti a federazioni sportive paralimpiche confederate nel Comitato italiano paralimpico. Un modo per incoraggiare l’attività sportiva, che ha un altissimo valore socializzante”.   

Rete per rilevare l’inquinamento industriale, ora ci sarà anche il software: via all’emendamento Pasqua (M5S) in Finanziaria

Un software per analizzare ed elaborare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali sarà realizzato con una spesa di 100 mila euro dall’Arpa Sicilia: il via libera arriva dall’Ars durante l’esame della Finanziaria, grazie a un emendamento voluto dal deputato regionale Giorgio Pasqua, del Movimento 5 Stelle. 

“La legge regionale 3/2020 aveva già previsto la dotazione di un apposito software – spiega Pasqua – per elaborare i dati dai sistemi di monitoraggio delle emissioni nell’ambito delle zone industriali (rilevatori/ sensori dei singoli camini industriali), da altri rilevatori di emissioni diffuse, dalle stazioni aziendali e dalle stazioni di misurazione della rete del Programma di valutazione e dalle eventuali stazioni aggiuntive. Per mancanza del decreto attuativo da parte dell’assessorato Territorio e Ambiente, lo studio e la realizzazione dello stesso software non sono mai stati avviati. In Finanziaria abbiamo provveduto ad un’ulteriore dotazione economica dando all’Arpa la possibilità di lavorare al software e completare il sistema che permetterà di avere dati necessari a monitorare e intervenire sull’inquinamento industriale”. 

Incentivi regionali per le auto elettriche grazie a un emendamento M5S proposto dalla deputata Marano

 Uno specifico emendamento in Finanziaria, voluto dalla deputata regionale Jose Marano del Movimento 5 Stelle, e approvato oggi in Aula, rifinanzia con uno stanziamento di 200.000 euro gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica. 

“Anche quest’anno la Regione Siciliana sarà al passo in tema di incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici. Un’occasione economicamente vantaggiosa per ammodernare il parco auto circolante in chiave green, dando un prezioso contributo per abbattere l’inquinamento ambientale dovuto alle emissioni. Visto il successo riscosso dalla mia norma lo scorso anno, anche quest’anno – ricorda Marano – ho voluto stanziare i fondi per rifinanziare la misura”.

Riserve naturali in Sicilia: scongiurato il rischio-paralisi grazie a emendamento in Finanziaria di Trizzino (M5S)

Grazie a un emendamento in Finanziaria proposto dal Movimento 5 Stelle e approvato oggi in Aula, sono stati stanziati ulteriori 500.000 euro, oltre a quelli già previsti dal Bilancio regionale, in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia. 

“Si rischiava – spiega il deputato regionale 5 Stelle, Giampiero Trizzino – di penalizzare il funzionamento delle riserve naturali della Sicilia, a causa dei tagli inizialmente previsti dal governo Musumeci, paralizzando l’attività già da giugno prossimo. L’intervento del gruppo M5S ha permesso di appostare nuovamente alcune delle somme che stavano per essere sottratte alla operatività delle riserve – aggiunge Trizzino – che da anni purtroppo  non vengono adeguatamente valorizzate, sebbene siano un patrimonio importantissimo per la tutela della biodiversità e per la fruizione del territorio, quindi per il turismo e l’economia”.

Enoteca regionale, una sede a Vittoria: proposta Campo (M5S) approvata nell’ambito della Finanziaria

Una sede dell’Enoteca regionale potrà essere istituita anche a Vittoria, così da coprire il territorio del del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola. Lo prevede un emendamento proposto dalla deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo e approvato all’Ars durante l’esame della Finanziaria, con una somma individuata di 200 mila euro. 

“Una sede dell’enoteca regionale regionale nel distretto del Sud-est – afferma Campo –  baricentrica rispetto alle altre due di Alcamo (nel Trapanese) e Castiglione di Sicilia (tra Catania e Messina), era quanto mai necessaria, soprattutto se consideriamo che in questo territorio vengono prodotti alcuni  dei più celebri vini al mondo, come il Cerasuolo di Vittoria o il Nero d’Avola. Così come prevede la legge regionale istitutiva delle enoteche, il territorio oltre a essere caratterizzato dalla produzione di vini di alta qualità, possiede adeguate strutture di edilizia monumentale e storica, oltre ad essere non solo vocata, ma in via di piena integrazione in un circuito turistico citta-campagna e mare-monti, che apre a nuove opportunità di turismo enogastronomico”. 

“Con l’istituzione dell’enoteca, che avrà sede in uno degli immobili di Vittoria, avremo la possibilità di realizzare eventi direttamente nel territorio ma anche fiere e promozioni all’estero. Naturalmente il lavoro non finisce qui – aggiunge Campo – perché seguiremo passo passo tutto l’iter che dovrà portare all’istituzione di questo importante centro, la cui gestione è importante che resti alle principali aziende vitivinicole del territorio del Cerasuolo che oltre a Vittoria comprende anche Acate, Chiaramonte Gulfi, Pedalino, Comiso e via dicendo”.

“L’istituzione dell’Enoteca regionale a Vittoria – sottolinea la consigliera comunale del M5S, Valentina Argentino – ha grande importanza per la città e per l’intera provincia. Valorizzare infatti uno dei prodotti più importanti della città, come il vino, rappresenta un’occasione enorme di promozione turistica e di sviluppo. Non posso che essere più che soddisfatta della votazione che c’è stata oggi in aula e che permette tutto questo”.

Bonus per ogni disabile gravissimo che usa apparecchiature elettromedicali per le proprie cure. Ok a emendamento 5 Stelle

Un bonus  per ogni disabile gravissimo siciliano che usa apparecchiature elettromedicali per le proprie cure. È quanto prevede un emendamento M5S alla Finanziaria a firma di Valentina Zafarana.

“Non è ammissibile – afferma la deputata – che il caro energia debba rendere impossibile la vita già difficile  di queste famiglie. Sappiamo di nuclei con più di un disabile che hanno ricevuto bollette di quasi mille euro e ciò è inaccettabile”.

Per la corresponsione del bonus sono stati stanziati 200 mila euro che permetteranno all’assessorato alla Salute di erogare il contributo una tantum per ciascun componente in condizione di disabilità.

Attività produttive. Grazie al M5S istituiti i Distretti del Commercio, importante occasione di sviluppo per tutti gli esercenti siciliani

Istituiti in Sicilia i “Distretti del commercio”. Comuni e imprenditori privati potranno proporne l’individuazione sui territori, promuovendo così gli esercizi commerciali dei centri cittadini, elevando il commercio a fattore di aggregazione in grado di attivare dinamiche economiche, sociali e culturali. Grazie ai Distretti del Commercio sarà possibile investire sia sulle attività nelle aree già a forte vocazione commerciale, sia sull’insediamento di nuovi esercizi in aree degradate che possono essere recuperate attraverso una fruizione commerciale. Lo prevede un emendamento approvato in queste ore nel corso della Legge Finanziaria in discussione a Sala d’Ercole che porta la firma della deputata messinese Valentina Zafarana. “Le attività commerciali – spiega Zafarana – sono un pilastro fondamentale dell’economia regionale. In Sicilia sono più di 60mila le aziende di commercio al dettaglio, fonti di reddito per intere famiglie e comunità, veri e propri motori del tessuto economico regionale, per questo bisogna aiutare e valorizzare il settore. La creazione dei distretti commerciali, idea frutto del confronto con le associazioni di categoria, tende proprio a questo: la Regione potrà infatti investire economicamente in infrastrutture, decoro urbano, illuminazione, anche con contributi diretti alle attività commerciali per ristrutturare o insediare nuovi punti vendita. Incentivare ed innovare il commercio urbano, per creare economia e benessere per tutti gli esercenti e i cittadini” – conclude Zafarana. 

Terzo settore. Con emendamento M5S, vengono istituzionalizzate le ST.A.R. Strutture Abitative Riabilitative

Saranno istituzionalizzate in tutta la Sicilia le Strutture Abitative Riabilitative (ST.A.R.). Si tratta di un modello innovativo di “abitare” terapeutico,  che si esplica in moduli che possono ospitare fino a un massimo di 8 posti letto, per ospiti che svolgono un percorso di riabilitazione psichiatrica. Le ST.A.R. hanno le caratteristiche di civile abitazione e sono inserite in contesti urbani, favorendo l’integrazione dei residenti durante tutte le fasi del processo terapetiuco-riabilitavo, insieme al recupero delle funzioni dell’autonomia e delle capacità relazionali. L’organizzazione interna delle Strutture garantisce sia gli spazi e i ritmi della normale vita quotidiana, sia le specifiche attività sanitarie con spazi dedicati per il personale. Con questa norma – spiega Zafarana – abbiamo istituzionalizzato un modello che può dare un’efficace risposta nel rispondere ai bisogni di salute dei disabili psichici e dei loro familiari ” – conclude.

Grazie al M5S un contributo di 300 euro per l’acquisto di parrucche alle donne affette da patologie oncologiche e di alopecia

Un contributo concreto per le donne affette da patologie oncologiche e di alopecia. Grazie ad un emendamento del Movimento 5 Stelle all’ARS firmato dal capogruppo Nuccio Di Paola alla legge finanziaria, la Regione Siciliana erogherà alle donne affette da queste patologie, un contributo di 300 euro per l’acquisto di protesi tricologiche, ovvero delle parrucche. Viene inoltre istituita la banca dei capelli, uno strumento fondamentale per sviluppare la cultura del dono, una misura che prevede lo stanziamento di 500 mila euro complessivi. “Si tratta di una norma di civiltà – sottolinea Nuccio DI Paola – e di rispetto nei confronti di coloro i quali vivono questo vero e proprio dramma. La perdita dei capelli per una persona che lotta contro un tumore e sta affrontando le relative cure di chemio e radioterapia è un atto dovuto, specialmente in una Regione che ha un’altissima incidenza di soggetti che vivono questo dramma. Adeguiamo la Sicilia alle altre regioni che prevedono tale strumento da anni e proviamo a migliorare la loro qualità di vita” – conclude Di Paola.



Di sicilia5stelle:

FONTE : sicilia5stelle