COVID-19: FONTANA CAMBIA ANCORA IDEA E CHIEDE MISURE NAZIONALI, È CONTRO L’AUTONOMIA REGIONALE

COVID-19: FONTANA CAMBIA ANCORA IDEA E CHIEDE MISURE NAZIONALI, È CONTRO L’AUTONOMIA REGIONALE

🔴 COVID-19: FONTANA CAMBIA ANCORA IDEA E CHIEDE MISURE NAZIONALI, È CONTRO L’AUTONOMIA REGIONALE

Il governatore è pronto a rinnegare anni di battaglia sull’autonomia regionale. Oggi Fontana chiede che le misure restrittive, necessarie a causa del peggioramento dei parametri volti a monitorare l’andamento della pandemia, siano uguali su tutto il territorio nazionale.

Dopo mesi di confronti Stato-Regioni, oggi Fontana cambia ancora idea. Fronteggiare una pandemia significa lavorare con serietà e costanza, non cambiare idea ogni giorno.

Prima contestava le decisioni su scala nazionale, oggi chiede che quanto vale in Lombardia valga anche in Molise o in Trentino-Alto Adige.

Evitare che l’inadeguatezza del lavoro della sua giunta, ricordiamo che la Lombardia è l’ultima regione d’Italia per il numero di dosi somministrate di vaccino anti-covid, sia quotidianamente sotto gli occhi di tutti.

Emblematico quanto successo con il ritorno a scuola.

Prima di Natale il confronto tra governo e Regioni aveva portato ad un accordo che prevedeva il rientro di almeno metà degli studenti. Poi, molte regioni, come Lombardia, Veneto, Umbria, Marche e Calabria tutte a guida leghista, hanno disatteso questo accordo per le proprie inadempienze e inefficienze. Prima questa fallimentare esperienza di governo regionale sarà conclusa e meglio sarà per tutti i cittadini lombardi.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa