Così dopo 10 anni restituiremo alle famiglie la scuola storica di Marina di Carrara

Le storie guerriere sono storie che ci insegnano come sia possibile, con forza e tenacia, cambiare realmente le cose. Storie che possono essere di ispirazione ed esempio.

In questa rubrica vogliamo raccontarvi le battaglie e le migliori iniziative portate avanti sul territorio dai portavoce, dagli attivisti e dai sindaci del MoVimento 5 Stelle, che ogni giorno si impegnano per cambiare il volto delle loro città. Segnalateci qui la vostra storia guerriera!


A cura di Andrea Raggi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Carrara amministrato dal MoVimento 5 Stelle

• IL PROBLEMA

Quando ci siamo insediati abbiamo trovato il plesso scolastico Giromini di Marina di Carrara in condizioni davvero disastrose. Un terremoto prima, accaduto ormai 10 anni fa, e lo stato di abbandono dopo, hanno fatto sì che la scuola risultasse DEL TUTTO INAGIBILE, provocando disagi per i molti iscritti e anche per gli insegnanti. Senza contare le proteste dei genitori, che andavano avanti da anni.

• L’INIZIATIVA

Nel 2018 abbiamo iniziato il lungo percorso burocratico per dare forma al progetto e dopo vari passaggi abbiamo approvato nel 2020 un intervento di riqualificazione globale di tutti e 3 gli immobili. I lavori sono stati aggiudicati ad agosto e avviati a novembre del 2020 e prevedono:

• l’adeguamento sismico e anticendio;

• l’abbattimento delle barriere architettoniche;

• la realizzazione di un edificio in classe energetica N-ZEB – Near Zero Energy Building ovvero con consumi vicini allo zero

• il restauro della parte storica, dato che la struttura ha un forte valore identitario per la città.

Per finanziare l’intervento, il 1 Luglio 2020 è stata approvata l’apertura di un mutuo ventennale a tasso fisso di € 3.740.000 con la Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. di Roma.

• IL RISULTATO

La nuova scuola potrà avere a disposizione 10 aule in più rispetto al vecchio assetto e potrà accogliere oltre 200 alunni in 13 aule a cui si aggiungono 5 aule specialistiche, un’aula multifunzione da 70 metri quadri (utilizzabile come palestra) e una mensa in grado di ospitare contemporaneamente 150 studenti.

• COSA SERVE PER REPLICARE L’INIZIATIVA?

Non avere paura di fermare un progetto avviato e progettare a lungo termine. Appurato che il progetto della precedente amministrazione era parziale e insufficiente, abbiamo deciso di procedere su una strada diversa. Questo ovviamente ha fatto aumentare i costi perchè ristrutturare un edificio intero costa di più che recuperarne solo una parte. Ma era evidente ai nostri occhi che quella era la strada da perseguire. Una strada più lunga, esposta alle lungaggini burocratiche, ma che siamo sicuri farà il bene della città.


Ti è piaciuta questa Storia Guerriera? Clicca qui per scoprirne altre!



Di Il Blog delle Stelle:

FONTE : Il Blog delle Stelle