Cooperazione allo Sviluppo, Sereni presiede Comitato Congiunto

La Vice Ministra Marina Sereni ha presieduto la seconda riunione annuale del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo, alla quale hanno partecipato il Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Fabio Cassese, e il Direttore dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Luca Maestripieri.
In apertura dei lavori, la Vice Ministra ha ricordato la forte risposta umanitaria dell’Italia al conflitto in corso in Ucraina e i due accordi per progetti di cooperazione recentemente firmati da Sereni a Dakar con il Governo del Senegal per un valore complessivo di 16 milioni di euro.
È stata inoltre presentata un’informativa sul Fondo Migrazioni e sul Fondo Premialità da parte del Direttore Generale per le gli italiani all’estero e le politiche migratorie, Luigi Maria Vignali.
La seconda riunione annuale del Comitato Congiunto ha deliberato contributi della Cooperazione Italiana per un valore complessivo di circa 180 milioni di euro. In particolare, circa 158 milioni di euro sono destinati a contributi volontari in favore di Organizzazioni Internazionali e circa 22 milioni di euro per la realizzazione di iniziative multi-bilaterali in Africa, in Medio Oriente e nei Balcani, nei settori della sicurezza alimentare e dello sviluppo socio-economico e ambientale.
Con riferimento ai contributi volontari multilaterali, sono stati destinati 85 milioni di euro al settore della salute (tra cui 54 al Global Fund, 24 a GAVI Alliance, 4 a CEPI), circa 37 milioni di euro per lo sviluppo sostenibile e l’educazione (tra cui 17 a UNDESA, 7 alla FAO, 5 alla GPE, 3,2 a CIHEAM/IAMB, 3 a IDLO), circa 27 milioni di euro al settore umanitario e a sostegno dell’empowerment femminile (tra cui 9 a UNHCR, 6 a CICR, 5,2 a UNICEF, 3 a UNFPA, 3 a UN Women).
“La Cooperazione Italiana – ha commentato Sereni – ha solide presenze in molti Paesi. Continuiamo a promuovere lo sviluppo sostenibile dei nostri partner, in linea con gli indirizzi approvati dal Governo. Oggi abbiamo definito la programmazione multilaterale del 2022, con l’approvazione da parte del Comitato della gran parte dei contributi volontari agli Organismi internazionali”.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale