Contrasto violenza, centrodestra lascia fuori molti soggetti

Il Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle ha votato contro la proposta di legge 127 sul contrasto alla violenza contro le donne. “Dispiace molto che si sia arrivati a questo voto negativo, dopo il buon lavoro che era stato portato avanti in Comitato ristretto e il successivo dietrofront del centrodestra – rimarca la consigliera regionale Ilaria Dal Zovo -. Inoltre, molti nostri emendamenti condivisibili e di buon senso sono stati bocciati”.

“Si era trovata la condivisione su un testo che si occupasse del tema della violenza in tutte le sue forme, con esponenti della maggioranza che sottolineavano come la tutela dei più deboli non abbia colore politico – ricorda l’esponente M5S -. Ma evidentemente ci sono deboli di serie A e deboli di Serie B, e il colore politico è venuto fuori, eccome. E non è il nostro”.

“Dalle misure contenute nella legge approvata oggi rimangono fuori molti soggetti, per una contrarietà ideologica al concetto di identità di genere – conclude Dal Zovo -. Il testo unificato tra la nostra proposta di legge e quella di maggioranza era stata votata all’unanimità dei presenti in Comitato ristretto, anche se oggi qualcuno ha affermato di non avere avuto il tempo di leggere quel documento. Alla fine è uscita la vera anima del centrodestra, che ha stravolto la portata innovativa della norma che era stata condivisa, senza nemmeno ascoltare l’appello delle associazioni impegnate nella lotta alle discriminazioni e alla violenza basate sul genere, l’identità e l’orientamento sessuale”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia