Consegnate 51 telecamere al Comune di Giugliano per la videosorveglianza in Terra dei Fuochi, donate dal Ministero dell’ambiente

Un’altra giornata importate quella di questa mattina a Giugliano. Accese le prime settanta telecamere che controlleranno le città di Giugliano, Villaricca, Mugnano di Napoli, Marano di Napoli, Calvizzano Melito di Napoli e Sant’Antimo. Questi sono infatti gli occhi elettronici posizionati nell’ambito del Progetto Alpha.

Altri 51 dispositivi, invece, sono stati donati oggi per il territorio grazie al Ministro Sergio Costa che rafforzeranno il sistema di controllo “Giugliano Sicura”, che si aggiungono al parco delle 70 già esistenti. Esse hanno uno scopo ben preciso ovvero contrastare l’abbandono e il rogo dei rifiuti lungo le strade.

La città, inoltre, sarà un buon esempio perché sta per dotarsi di droni. Alcuni agenti della Polizia Municipale, infatti, stanno facendo il corso per piloti.

Un altro tassello importante per la tutela ambientale e per i cittadini. Significa tutelare il territorio e guardarlo con occhi diversi per poter capire quali sono le problematiche che esso pone.

Questo ulteriore sistema di controllo si aggiunge alle bonifiche, alla rimozione dei rifiuti, al controllo con i droni e al tassello fondamentale del Distaccamento dei Vigili del Fuoco che vedrà l’apertura tra fine gennaio e inizio febbraio.

Grazie alle forze dell’ordine, all’amministrazione Pirozzi e ai consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle Giugliano in Campania per il lavoro di squadra che stanno mettendo al servizio del Territorio.