Nicola Cosentino (Pdl) condannato a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

È stato condannato a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa Nicola Cosentino, ex sottosegretario all’Economia ed ex coordinatore regionale del Pdl Campania nell’appello del processo Eco4.

A proposito, questo processo sarebbe già morto se fosse già entrata in vigore la Riforma Cartabia.
Così nella giornata di oggi siamo a due ex esponenti di Forza Italia condannati in appello per concorso esterno.
Se questo è normale… e se è normale che Forza Italia sia fra gli autori della riforma della Giustizia, stando al governo e dettando le proprie condizioni con tenacia…

In primo grado Cosentino è stato riconosciuto come il “referente nazionale del clan dei Casalesi” almeno fino al 2004, ma la Dda di Napoli ha presentato appello sostenendo che l’appoggio dell’ex sottosegretario ai Casalesi fosse andato avanti almeno fino al 2007-2008. Da qui la richiesta di una pena maggiore di quella decisa in primo grado.

Un processo, quello a Cosentino, basato anche sulle parole dei collaboratori di giustizia, e che lo vede, stando alle accuse, come il dominus del Ce4, all’interno del quale l’ex sottosegretario avrebbe fatto assumere molta gente nei periodi pre-elettorali, così ‘controllando’ il risultato di varie elezioni, soprattutto nei Comuni rientranti nel bacino del consorzio. Il tutto, sempre stando ai pm, con la consapevolezza che i fratelli Orsi fossero vicini ai clan.

Nicola Morra