#concorsi : ristabiliti i criteri del merito e dell’equità.

Sono, siamo felici, noi del Movimento 5 stelle che finalmente per le selezioni dei #concorsi sono stati ristabiliti i criteri del merito e dell’equità. Le regole del gioco devono essere uguali per tutti!

In commissione Affari costituzionali al Senato, infatti, grazie al lavoro del Movimento è stata modificata l’infausta norma Brunetta che svantaggiava e penalizzava eccessivamente soprattutto i giovani laureati.

Noi abbiamo subito denunciato in Parlamento tutte le criticità del caso e raccolto l’appello di tantissimi concorsisti in tutta Italia, che protestavano giustamente per l’eccessivo peso dato ai titoli nel computo del punteggio finale. Abbiamo lavorato per cambiare questa norma e ci siamo riusciti!

Ora, con questa modifica, i bandi dei concorsi verranno scritti in modo che i titoli acquisiti non pesino più di un terzo per le graduatorie finali e, soprattutto, dovranno essere considerati solo nei profili ad alta specializzazione richiesti dalla Pubblica amministrazione.

In questo modo si risponde contemporaneamente a due esigenze: i giovani si giocheranno le proprie possibilità di accesso al mondo del lavoro alla pari degli altri e, allo stesso tempo, le Pubbliche amministrazioni possono innovarsi tramite l’assunzione di persone con competenze specifiche.

Oggi è un gran bel giorno per le nostre battaglie!!

Vittoria Baldino