Con Enrico Letta, per il PD e’ ora di cambiare certi paradigmi

Abbiamo ascoltato con attenzione e soddisfazione alcuni passaggi affrontati oggi da Enrico Letta durante l’assemblea del Pd. Nel suo intervento, il nuovo segretario del Partito democratico ha toccato temi da anni posti all’attenzione dal MoVimento 5 Stelle.

Condividiamo per esempio il richiamo a un Piano per la prossima generazione europea, ottenuto a Bruxelles grazie all’impegno dell’ex presidente Conte e di tutto il MoVimento 5 Stelle, che possa diventare strutturale. Non possiamo che essere d’accordo sulla necessità di superare i criteri eccessivamente finanziari del Patto di stabilità: su questo da tempo proponiamo una ‘regola verde’, per scorporare dal calcolo del deficit gli investimenti in ambiente ed economia sostenibile.

Nella citazione di Jacques Delors, fatta da Letta, vogliamo finalmente leggere la certificazione dell’importanza degli eurobond e del debito comune europeo, visto che proprio Delors avanzò tali proposte, inascoltato, a partire dalla metà degli anni ’90.

Così come non possiamo che ritenerci soddisfatti dal richiamo alla necessità di contrastare i paradisi fiscali, anche a livello europeo: supportato dalle conclusioni della Commissione Taxe del Parlamento europeo, il MoVimento 5 Stelle da anni sta conducendo una battaglia contro una perfida e intollerabile concorrenza fiscale tra paesi europei.

Per questo auguriamo buon lavoro a Letta, garantendo la massima attenzione e il massimo impegno per far sì che queste parole corrispondano a fatti concreti. Abbiamo bisogno di una svolta economica e di cambiare certi paradigmi, già condannati dalle crisi precedenti. Il MoVimento 5 Stelle c’è.

Ettore Licheri