Con confini riaperti inevitabili difficoltà per benzinai

“Che i dati sulla vendita dei carburanti in Friuli Venezia Giulia non fossero vera gloria con i confini chiusi lo dicevamo già alla fine del 2020. Non comprendiamo quindi la sorpresa nel centrodestra nel vedere il settore nuovamente in difficoltà”. Lo affermano i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo e Cristian Sergo.

“La chiusura dei confini poteva essere quantomeno un’occasione per rivedere la normativa sugli sconti. Noi stessi chiediamo da anni un intervento organico – ricordano Dal Zovo e Sergo -, che promuova un’area di armonizzazione fiscale che possa garantire una maggiore equità per tutte le categorie economiche che devono fronteggiare la concorrenza di oltreconfine”.

“Nello specifico dei contributi sui carburanti, le difficoltà che i benzinai stanno nuovamente vivendo confermano la necessità di un intervento non più differibile – concludono i consiglieri M5S -. Le proposte che abbiamo avanzato anche recentemente, per l’introduzione di un tetto Isee e di cilindrata per beneficiare del contributo, vanno nella direzione di aiutare chi ne ha veramente bisogno e di intercettare le fasce che prevalentemente vanno a fare il pieno in Slovenia o in Austria. Siamo pronti a riproporle, nella speranza che si discuta del tema al più presto, possibilmente puntando su veicoli elettrici e ibridi e sulla riconversione dei distributori”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia