COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI IN LOMBARDIA, È LEGGE REGIONALE

Oggi il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato il progetto di legge “Promozione e sviluppo di un sistema di Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) in Lombardia. Verso l’autonomia energetica”.

La legge è frutto di un lavoro condiviso da maggioranza e opposizione.

Indipendenza energetica, tutela ambientale e miglioramento della qualità di vita. Con questa legge approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale, che nasce dall’abbinamento della mia proposta con quella della maggioranza, rispondiamo ad esigenze quanto mai attuali. I temi legati al caro-bollette, alle famiglie in crisi e alle imprese che chiudono a causa dei costi dell’energia, sono purtroppo all’ordine del giorno.

Le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) rappresentano una soluzione che, seppur non risolverà tutti i problemi da domani, saprà dare un forte contributo. Le CER permettono infatti a diversi organismi giuridici, quali privati, imprese ed enti locali, di mettersi insieme in un’ottica di produzione, autoconsumo e indipendenza energetica.

Lo Stato italiano, che grazie al M5S, è stato fra i primi a recepire l’opportunità garantita dall’Unione Europea, contribuisce con un incentivo di 110€ al Mwh autoconsumato per vent’anni. Tale contributo permette, fin dal primo giorno della costituzione della CER, di abbattere i costi legati all’energia. Si tratta di una spinta verso l’autoconsumo, l’indipendenza energetica, la riduzione delle emissioni di CO2, che consente risparmio diretto ai cittadini e indiretto al sistema Paese. I dati parlano chiaro. Secondo il gruppo Energy & Strategy del Politecnico di Milano, la diffusione al 2025 di 26.000 comunità (composte da circa 750.000 utenze domestiche e 150.000 utenze non domestiche) creerà 6.500 nuovi posti di lavoro diretti e, lungo l’intera vita utile, determinerà benefici complessivi per gli utenti delle energy community pari a 1,4 miliardi di € al netto dei sistemi di incentivazione. Di cui 540 mln € per i costi di distribuzione e trasmissione, con una riduzione delle perdite di rete per autoconsumo pari a 74 GWh e una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 25,6 mln ton (corrispondenti a circa 500 mln € con CO2 a 20 €/ton).

Grazie al lavoro condiviso con la maggioranza, oggi il Consiglio Regionale della Lombardia si impegna attivamente in questo processo di cambiamento, sostenendolo e accompagnandolo, fornendo un appoggio concreto a tutti i cittadini, imprese ed Enti locali che vorranno costituire una CER nel prossimo futuro.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa