Comunità energetiche: Magliano Alpi pietra miliare della rivoluzione in atto

L’esperienza della Comunità di Magliano Alpi, il primo Comune italiano a essersi lanciato nel mondo delle comunità energetiche, è la pietra miliare della rivoluzione in atto, quella che consente di rovesciare la piramide energetica da una struttura con grandi operatori e grandi centrali a configurazioni che, dal basso, vedono cittadini, enti pubblici e piccole aziende aggregarsi per costituire gruppi di autoconsumo collettivo e comunità dell’energia.

Esattamente ciò che è successo qui a Magliano con Energy City Hall, grazie alla lungimirante cordata tra i cittadini, il Comune e le utilities locali, con il supporto tecnico-scientifico dell’Energy Center del Politecnico di Torino. Operativa da dicembre 2020, la Comunità di Magliano Alpi autoconsuma in gran parte l’energia prodotta, garantendo a tutti i suoi membri un approvvigionamento energetico vantaggioso, e fornendo un contributo concreto alla lotta contro la povertà energetica. L’idea alla base delle CER mette a sistema le più recenti innovazioni tecnologiche, che stanno generando nuove opportunità di sviluppo industriale e nuova occupazione.

La Comunità inaugurata questa mattina è la prima di quella che, si prevede, sarà una lunga serie di iniziative che concretamente realizzeranno la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile del Paese, ma anche la dimostrazione che si può fare. Le regole sono state definite, basta avere la volontà di metterle in pratica. È chiaro che ci troviamo in una fase iniziale, che però è cruciale affinché il recepimento della RED II sia più funzionale e adeguato possibile per raggiungere più velocemente gli obiettivi posti.

All’inaugurazione della prima Comunità energetica d’Italia, realizzata a Magliano Alpi (CN), hanno partecipato, tra gli altri, anche la Sottosegretaria per le Politiche Giovanili, Ilaria Fontana, l’Amministratore Delegato di RSE, Maurizio Delfanti, l’Ing. Davide Di Giuseppe, della Direzione Fonti Rinnovabili del GSE, Stefano Ditella in rappresentanza dei Fridays For Future Italia, e Beppe Grillo in collegamento telefonico.



Di Portavoce Gianni Pietro Girotto:

FONTE : Portavoce Gianni Pietro Girotto