COMUNI: ALL’UMBRIA QUASI 4 MILIONI DI FONDI AGGIUNTIVI PER AUMENTARE QUALITÀ SERVIZI SOCIALI

“Oggi abbiamo compiuto un passo decisivo verso l’attuazione di un federalismo equo e attento alla giustizia sociale. Sono stati infatti approvati per la prima volta i cosiddetti obiettivi per i servizi sociali, che fissano un livello di prestazioni standard indipendentemente dall’area geografica a cui appartiene ogni Comune: si tratta di una conquista storica, se pensiamo che la legge delega risale al 2011”. È quanto affermano i parlamentari umbri del M5S CipriniGallinella e Pavanelli.

“In termini pratici – proseguono – gli obiettivi di servizio ci consentono di finanziare con maggiori risorse i servizi per anzianidisabilicase famiglia e asili nido nelle aree con minori possibilità: in questo modo assicuriamo equità a tutti i cittadini, indipendentemente dalla zona geografica in cui vivono.

Ai Comuni dell’Umbria, ad esempio, andranno quasi 4 milioni di euro di fondi aggiuntivi con i quali si potranno appianare le varie differenze territoriali dovute al precedente criterio della spesa storica.

Ringraziamo per il risultato il viceministro all’Economia, Laura Castelli, e i due governi Conte, che hanno gettato le basi per questo importante risultato.

Ora – concludono – dobbiamo continuare sulla stessa strada, fino a definire i Livelli Essenziali delle Prestazioni a livello nazionale per tutti i servizi fondamentali”.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini