Commercio in montagna, valutare soluzioni comuni con Austria e Slovenia

“Monitoraggio puntuale dei minori incassi e ripresa del commercio transfrontaliero con Austria e Slovenia attraverso vaccinazioni e una sorta di ‘passaporto sanitario’”. Sono le proposte per l’economia della montagna che il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Mauro Capozzella, intende portare all’attenzione della Giunta regionale e delle categorie economiche nell’audizione che si terrà domani in II Commissione consiliare.

“Il comparto commerciale, in particolare nel Tarvisiano ma è un discorso che si estende a tutta l’area montana, conta per almeno l’80% di clientela d’oltre confine – sottolinea il portavoce M5S -. La colorazione delle Regione ha concesso solo qualche periodo di aperture, concedendo isolate boccate di ossigeno soprattutto alla ristorazione. Ma il commercio è di fatto fermo da metà ottobre”.

“Una situazione che ha portato molti commercianti allo stremo e che i mille euro concessi dalla Regione non possono certo risolvere, mentre ancora attendiamo gli interventi del Governo Draghi. Per questo – conclude Capozzella – occorre valutare con precisione i minori incassi degli ultimi mesi e definire con Austria e Slovenia, che a loro volta soffrono degli stessi problemi, soluzioni che consentano di riprendere il libero commercio in queste aree”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia