CODICEROSSO: PENE PIÙ SEVERE E CORSIE PREFERENZIALI PER DENUNCE PRESENTATE DALLE VITTIME

CODICEROSSO: PENE PIÙ SEVERE E CORSIE PREFERENZIALI PER DENUNCE PRESENTATE DALLE VITTIME

Con il nostro pacchetto di leggi per il contrasto della violenza di genere, lo Stato tutela le donne, grazie a pene più severe e corsie preferenziali per i procedimenti avviati sulla base delle denunce presentate dalle vittime.

Niente più attenuanti nel caso di omicidio aggravato nei confronti della partner o della ex (le attenuanti non potranno essere considerate più importanti delle aggravanti quando il fatto è commesso nei confronti di persone conviventi o legate da una relazione affettiva, o anche in caso in cui questa sia cessata).

Abbiamo inoltre introdotto il nuovo reato di deformazione permanente del volto con l’acido o un qualsiasi altro sfregio permanente al viso di una donna e non solo: sarà considerato un vero e proprio reato, punito col carcere da 8 a 14 anni e non sarà più punito come il reato di lesioni aggravate (da 3 a 7 anni). Inoltre, se la vittima della deformazione viene uccisa, si applicherà sempre la pena dell’ergastolo.

Grazie al nostro emendamento sul revenge porn, chi realizzerà foto o video a sfondo sessuale, o anche solo chi ne entrerà in possesso, verrà punito con una pena che potrà arrivare fino a 6 anni di carcere e che aumenterà se il fatto sarà commesso a danno del partner, o se il mezzo usato per la diffusione è internet.

Infine, abbiamo introdotto il nuovo reato di “costrizione o induzione al matrimonio”, che punisce con la reclusione fino a 5 anni chi, con violenza o minaccia, costringe una persona a contrarre matrimonio. Se il fatto è commesso nei confronti di un minore, le pene sono aumentate anche per i reati di violenza sessuale e abusi da 6 a 12 anni.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini