Cinisello Balsamo corruzione in atti urbanistici, M5S: “Regione Lombardia si costituisca parte civile”

Abbiamo depositato un’interrogazione in Regione Lombardia, in supporto all’azione che i portavoce locali stanno portando avanti presso il Comune di Cinisello Balsamo, per chiedere se l’Istituzione regionale intenda costituirsi parte civile nel procedimento che vede coinvolti, con l’accusa di corruzione in atti urbanistici, alcuni ex amministratori del Comune di Cinisello.

La richiesta arriva direttamente dal territorio, da quei portavoce locali quali Maurizio Zinesi e Luigi Andrea Vavassori ma anche l’ex consigliere Giancarlo Dalla Costa il cui lavoro ha contribuito a far emergere i fatti che hanno portato gli inquirenti a indagare.

Fra le ipotesi accusatorie ve ne è una che chiama in causa direttamente Regione Lombardia, in quanto inerente a un aumento (di S.L.P.) del tutto illegittimo ed in contrasto con la L.R. 12/05 art. 10 comma primo lett. a) – in base al quale la predetta area non poteva ritenersi inclusa nel T.U.C. (Tessuto Urbano Consolidato), non avendone le caratteristiche ed in quanto tale non suscettibile del citato aumento dell’indice edificatorio.

Per questo riteniamo necessaria, a tutela delle possibili lesioni del pubblico interesse sociale e ambientale, che l’Istituzione regionale assuma una ferma posizione nei confronti di questa vicenda.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa