Certificati lavoratori marittimi italiani: verso una soluzione

Grazie all’impegno del ministero della Mobilità Sostenibile, che ha accolto le nostre sollecitazioni, si va finalmente verso una risoluzione definitiva per il riconoscimento dei certificati per i marittimi italiani emessi dalla Uk Mca. Circa 5.700 lavoratori del comparto, infatti, a seguito della Brexit non avevano sinora indicazioni precise per il cosiddetto ‘endorsement’ dei certificati professionali Gmdss in ottemperanza alla convenzione internazionale Stcw emessi dal Regno Unito, oramai considerato “Paese Terzo”.

Anche grazie al nostro lavoro il ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili ha sbrogliato la situazione che rischiava di generare serie problematiche per il prosieguo della normale attività lavorativa nel settore. E’ stato comunicato, infatti, alla competente Autorità britannica, la decisione di riconoscimento unilaterale dei certificati emessi dal Regno Unito, nelle more del perfezionamento delle procedure di riconoscimento a livello europeo del relativo sistema di formazione dei marittimi.

Si tratta di un riconoscimento dell’impegno del Movimento per i lavoratori del settore, grazie anche al sottosegretario Giancarlo Cancelleri e del nostro Ambasciatore all’Imo (International Maritime Organization), Raffaele Trombetta.



Di Gallo Luigi – Già Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati:

FONTE : Gallo Luigi – Già Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati