Castro (Le), parcheggio d’interscambio in degrado. Trevisi (M5S) “Installare pensiline con pannelli fotovoltaici per finanziare i lavori di sistemazione”

“Il parcheggio di interscambio del Comune di Castro, costato 800mila euro, è ormai in stato di degrado. Oltre alla sezione realizzata con prato a maglia cementizia, la parte in plastica, su cui è continuo il passaggio dei mezzi pesanti, si è completamente sfaldata, rendendo di fatto inutilizzabile l’area. Si tratta di un materiale prescritto dalla Soprintendenza, sul cui utilizzo nutriamo forti dubbi rispetto sia alla sua durata, sia all’impatto ambientale, anche in considerazione del fatto che l’utilizzo di materiali plastici dovrebbe essere ridotto al minimo. Non possiamo permettere che il finanziamento messo a disposizione dalla Regione sia stato speso invano. Per questo proponiamo che, al fine di introitare risorse per la sistemazione e la manutenzione dell’area, il parcheggio venga fornito di pensiline per auto dotate di impianto fotovoltaico integrato”. Così il consigliere del M5S Antonio Trevisi, che questa mattina, dopo diverse segnalazioni ricevute dai cittadini, ha visitato il parcheggio pubblico a supporto dello sviluppo turistico realizzato nel 2017 nel Comune di Castro, con risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2000-2006, nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Realizzazione di interventi a sostegno dello Sviluppo Locale“.

Il Comune – continua Trevisi –  può promuovere, sull’area in oggetto, la realizzazione di impianti fotovoltaici e postazioni di ricarica per le auto elettriche individuando, attraverso procedure di evidenza pubblica, un soggetto che progetti, realizzi e gestisca gli impianti integrati sulle coperture dei parcheggi. In progetti di questo tipo tutti i costi di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione degli impianti e delle coperture saranno a carico del concessionario, senza alcun onere finanziario per il Comune. Il Comune, da parte sua, metterà a disposizione del concessionario l’area, concedendo il diritto di superficie. Il Concessionario manterrà, così, l’uso delle opere per tutta la durata della concessione e provvederà a corrispondere al Comune un canone annuale, come corrispettivo. Con i proventi del canone il Comune potrà realizzare gli interventi di sistemazione e manutenzione del parcheggio con materiale resistente e plastic free, in modo che l’area diventi totalmente green. In questo modo – conclude Trevisi – sarà possibile offrire un servizio anche ai turisti, che d’estate avrebbero stalli ombreggiati per parcheggiare, e incentivare la mobilità elettrica. Avvierò interlocuzioni con il Comune per trasformare in realtà questa idea che ho già realizzato 10 anni fa all’Università del Salento dimostrando che si possono fare impianti a servizio delle comunità senza distruggere i suoli agricoli”.



Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia