Cassa Depositi in Borsa Italiana. Un presidio pubblico per le nostre imprese

Cassa Depositi in Borsa Italiana. Un presidio pubblico per le nostre imprese

Oggi si è perfezionata un’operazione molto importante per l’economia italiana e per il futuro delle nostre imprese. Cassa Depositi e Prestiti, controllata dal Ministero dell’Economia, ha acquisto una partecipazione rilevante in Euronext, il gruppo che si appresta ad acquisire Borsa Italiana. In Euronext, Cassa Depositi e Prestiti avrà un peso pari a quello della omologa Cassa Depositi francese.

Considerando che negli ultimi 13 anni Borsa Italiana è stata controllata dall’inglese Lse, l’operazione ufficializzata oggi significa che la nostra piazza finanziaria torna a essere a trazione italiana, con tutto quello che il presidio di Cdp potrà garantire.

In ballo, infatti, c’è l’opportunità di sviluppare, ulteriormente e virtuosamente, il mercato dei capitali, facendo affluire risorse alle nostre imprese, anche in alternativa al canale bancario, e consentendo così al tessuto economico-produttivo italiano di sprigionare appieno le sue potenzialità.

Il MoVimento 5 Stelle da sempre caldeggia un ruolo importante di affiancamento da parte di Cassa Depositi e Prestiti, a maggior ragione quando così tanti settori produttivi sono di fronte alla sfida del cambiamento innescata dalla crisi pandemica.

L’operazione Borsa Italiana, peraltro, arriva a pochi giorni da un’altra importante operazione, quella che ha portato Cdp a diventare prima azionista del colosso dei pagamenti digitali nato dal matrimonio tra Nexi e Sia. Anche qui, si apre una grandissima opportunità i termini di innovazione e digitale.

Lo ripetiamo: il presidio pubblico non significa minimamente nazionalizzazione o volontà di sostituirsi al mercato. Significa semplicemente accompagnare i nostri operatori economici in un momento di grandi cambiamenti.

Proprio per questo è necessario che lo stesso presidio pubblico, ben interpretato da un investitore paziente come Cassa Depositi e Prestiti, abbia un ruolo maggioritario e decisivo nella società che gestirà la rete unica delle telecomunicazioni, altra sfida fondamentale per il futuro del Paese.

Noi ci siamo. E guardiamo avanti.



Di Il Blog delle Stelle:

FONTE : Il Blog delle Stelle

(Visited 1 times, 1 visits today)