CARTA VERDE? OK MA SOLO CON TAMPONI GRATIS

La cosiddetta Carta Verde prevista dall’ultimo decreto legge per lo spostamento tra Regioni di colore diverso consiste nell’esibizione di un certificato di avvenuta vaccinazione o di guarigione da Covid-19, validi per 6 mesi, o del risultato negativo di un tampone antigenico o molecolare, valido per 48 ore.

Se lo strumento nasce per favorire gli spostamenti degli italiani, in particolare per il turismo estivo che tutti ci auguriamo possa essere occasione di rilancio economico, deve rendere più facile la vita di tutti, non complicarla.

Quindi i tamponi dovranno essere disponibili ovunque, con esiti rapidissimi e TOTALMENTE GRATUITI. Se faremo differenze tra chi può e chi non può pagare i tamponi per i viaggi di andata e di ritorno per, ad esempio, 4 persone che compongono una famiglia, avremo fatto un torto a tutta la collettività.

Programmare la ripresa di tante attività economiche è doveroso, mentre procediamo con le vaccinazioni, ma a fine estate potremo parlare di vero rilancio del turismo solo se i provvedimenti approvati avranno agevolato il progressivo ritorno alla normalità per tutti, non solo per alcuni.

Danilo Toninelli