CAROBOLLETTE: APPROVATA LA NORMA PER RIDURRE L’IMPATTO DEI PREZZI

In questa fase segnata dalla ‘pandemia energetica’ la priorità è difendere il potere d’acquisto delle famiglie e garantire alle imprese di continuare a produrre. Con il #DecretoEnergia approvato dalla Camera, grazie a un nostro emendamento, arriva uno strumento importante per contenere i rincari.L’Autorità per l’Energia infatti dovrà determinare le tariffe di luce e gas tenendo conto anche del reale costo di approvvigionamento della materia prima: ciò significa che Arera potrà introdurre una sorta di ‘price cap’ nazionale al gas indicizzando le tariffe ai reali prezzi di importazione.

Abbiamo fornito all’Autorità un meccanismo per tenere la speculazione fuori dalle bollette che dovrà essere utilizzato a partire dal prossimo aggiornamento trimestrale delle tariffe di maggior tutela perché anche nei prossimi mesi saremo costretti a fronteggiare una situazione di difficoltà che si somma agli incredibili aumenti dei trimestri precedenti. La stessa Autorità ha segnalato che per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo (tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022) sarà di circa 948 euro, segnando un +83% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente: nello stesso periodo, la spesa per il gas sarà di circa 1.652 euro, con un +71%.

Per accedere ad altre risorse bisognerà innalzare il prelievo sugli extraprofitti dei grandi gruppi che lungo la filiera hanno fatto enormi incassi grazie all’aumento delle bollette.

Il nostro impegno contro il caro energia deve proseguire, guardando con particolare attenzione ai soggetti più fragili.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini