Caro Luigi, questa è una guerra, tra noi e loro.

Caro Luigi, questa è una guerra, tra noi e loro.

CARO LUIGI (commento scritto poco fa a Luigi Di Maio) – Voglio “ritoccare” lo slogan dei grandiosi gilet gialli, voglio applicarlo alla situazione italiana. Lo slogan giusto per noi dovrebbe essere “Se semini miseria E MENZOGNE, raccoglierai collera”. La nostra pazienza si sta assottigliando sempre di più. Siamo invasi, sommersi, ricattati, vessati dalle menzogne di questo sistema canceroso mafiomassone e neoliberista che non vuole mollare la morsa diabolica sul nostro Paese. Siamo stanchi ed infuriati. Ma non molliamo e non molleremo. Ora, quelli che ci hanno rovinato, quelli che hanno stretto alleanze ed allacciato affari con mafia e massoneria, vorrebbero bloccare il DDL Sicurezza. Dei farabutti mafiosi vogliono bloccare un intero Popolo. Vogliono sempre riaffermare una supremazia rubata e falsa, su di noi. E io non riesco a togliermi dalla mente, che anche tutto questo chiasso, sia funzionale alle prossime elezioni che DOVRANNO vedere vincitore l’unico cavallo non ancora azzoppato del sistema: Salvini, il Varenne dei marcioni putridi che hanno paura del M5S.
Distrazioni, riacutizzazione del razzismo tout court, fine a sé stesso, becero, ignorante ed ottuso. E quindi, riprendono i mancati sbarchi a Malta, le querelle messe in scena per un Popolo confuso e manipolato, istigato ad usare l’istinto e non il cervello.

Il gioco sporco, lo stanno facendo fare, mafia e massoneria + Vaticano e quelli del “cartello finanziario”, al PD che prende le parti dei migranti come da solito copione e che mangia dalla stessa greppia colma di sterco del diavolo, degli altri. Tanto, il PD si è suicidato per motivi che tra poco, ci saranno evidenti.

La destra del mafioso di Arcore e di Salvini e la gnoma coatta, non poteva fare altro che accentuare, grazie al posto che occupa il Padano, i suoi imperativi: niente migranti. E così ci siamo conquistati il 60% di cazzoni razzisti Ma in realtà, non gliene frega un cazzo dei migranti a quelli, Lega, FI e frattaglie, PD e frattaglie. Una parola sola: il sistema. Noooooo, in palio, c’è molto di più. Vogliono la sparizione del M5S, la morte del Populismo, i gattopardi, vogliono cambiare tutto per non cambiare niente.

Vogliono portare a casa un risultato unico e di assoluta priorità: riprendersi poltrone, potere, posizioni. Vogliono la loro dittatura massomafiosa e neoliberista, al potere per sempre e noi, sudditi e silenziosi. Vogliono il “cartello finanziario” al comando di tutti i Paesi. Per quello volevano distruggere la nostra Costituzione, l’unica che ci conferiva potere Sovrano.
Il Popolo non lo vogliono, per loro è invisibile e non deve contare.
Questa è una guerra, tra noi e loro.

Il M5S ne fa le spese perché è l’unico che prende le difese e porta avanti le istanze del Popolo.
È una guerra, dobbiamo convincercene. E vincerla. Assolutamente
E se non interrompono questo gioco al massacro, dovremo davvero pensare di metterci i gilet gialli anche noi, a qualsiasi età e di qualunque sesso, e scendere nelle piazze non contro il Governo, ma contro chi, con strategie e truffe, vuole azzerare la voce ed i diritti del Popolo.
Avanti dunque, caro Luigi. A testa alta ma muniti di ariete.
La rivoluzione gentile, con questi criminali, non basta più.
✌??????❤