Bonifiche, incontro al C.U.F.A. – Acceleriamo i processi di bonifica avviati, che sono più della metà dei SIN, e restituiamo ai cittadini il loro territorio

Di Salvatore Micillo:

Bonifiche, incontro al C.U.F.A. – Acceleriamo i processi di bonifica avviati, che sono più della metà dei SIN, e restituiamo ai cittadini il loro territorio - m5stelle.com - notizie m5s

Ieri mattina al C.U.F.A., il Comando Unità Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri, si è tenuta una giornata partecipata “BONIFICHE DEI SITI INQUINATI: PUBLIC PROCUREMENT”, organizzata dal Commissario Straordinario per la bonifica delle discariche abusive Gen. B. Giuseppe Vadalà insieme all’OICE, l’Associazione delle Organizzazioni di Ingegneria e di Consulenza. Alla discussione sono intervenuti il Comandate del C.U.F.A., Generale Angelo Agovino, il Presidente OICE, Ing. Gabriele Scicolone, il Consigliere delegato all’ambiente ed energie rinnovabili OICE, Ing. Francesco Ventura, il Magg. Aldo Papotto, l’Ing. Rinaldo Uccellini, Responsabile Tecnico delle Officine Maccaferri Italia.

Una mattinata proficua di confronto e consultazione, dove sono state presentate le attività del Commissariato straordinario per la bonifica delle discariche abusive e dell’OICE, già discusse e osservate nel precedente incontro del 20 novembre, e dove ho avuto modo di introdurre le attività del Ministero dell’Ambiente in tema di bonifica dei siti di interesse nazionale.

Oggi l’impulso del Governo a completare gli interventi di Bonifica nei SIN è più forte che in passato. Il nostro obiettivo è restituire ai cittadini quegli spazi del loro territorio, oggi negati perché ancora contaminati. Questa Amministrazione ha già stanziato oltre 18 milioni di euro. Stiamo mettendo in atto una serie di iniziative volte ad accelerare o sbloccare i processi di bonifica avviati, che sono più della metà dei 170.000 ettari totali. Sono alcuni esempi il D.l. “Terra mia” per la bonifica dei siti orfani, il coinvolgimento sempre maggiore degli organi territoriali preposti al monitoraggio ambientale ISPRA e ARPA e la preziosa collaborazione con il Generale Angelo Agovino e con il Commissario straordinario Generale Giuseppe Vadalà. 

Il nostro obiettivo è restituire ai cittadini quegli spazi del loro territorio, oggi negati perché ancora contaminati

Alla discussione sono intervenuti anche il Presidente OICE, Ing. Gabriele Scicolone, il Consigliere delegato all’ambiente ed energie rinnovabili OICE, Ing. Francesco Ventura, il Magg. Aldo Papotto, l’Ing. Rinaldo Uccellini, Responsabile Tecnico delle Officine Maccaferri Italia.



FONTE : Salvatore Micillo