Assunzioni per attuazione PNRR, evitare rafforzamento del precariato

“Desta perplessità la scelta dell’assessore Roberti di assumere personale a tempo determinato, senza concorso, per la realizzazione dei progetti legati al PNRR di cui sono titolari i Comuni”. Lo afferma il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Mauro Capozzella.

“Ci auguriamo che questa forma di reclutamento, che si avvarrebbe di risorse del Piano e che consentirebbe di usufruire di misure agevolative per le assunzioni e di rimuovere limiti di carattere finanziario, tenga conto dell’elenco regionale dei revisori dei conti degli enti locali, con un’attenzione particolari ai 55 nominativi dell’elenco giovani/inesperi” aggiunge il portavoce pentastellato.

“In questo modo si risolverebbe il problema delle possibili opacità nelle selezioni e dell’indipendenza dei professionisti – continua Capozzella -. Inoltre, ci sarebbero minori costi per i Comuni e per la Regione, trattandosi di lavoro autonomo e non subordinato, mantenendo comunque un adeguato livello di competenza e formazione già acquisita”.

“In caso contrario, le assunzioni senza selezione concorsuale comporterebbe un’ingiustificata insistenza sul precariato, senza dimenticare – conclude il consigliere M5S – che si rischierebbe una sovrapposizione con la tanto sbandierata task force per l’attuazione dei progetti del PNRR”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia