Approvato OdG a DL Calabria bis

Questa mattina è stato approvato alla Camera il mio ordine del giorno al DL “Calabria Bis”.

Il decreto-legge 10 novembre 2020, n. 150, “Calabria Bis” è finalizzato ad implementare, attraverso misure di varia tipologia, la capacità del sistema sanitario della regione Calabria nel contrasto alle conseguenze derivanti dal contagio da COVID-19.

In particolare, con lo scopo di garantire l’esigibilità dei livelli essenziali di assistenza (LEA), il Ministro della Salute, sulla base del fabbisogno rilevato dalle aziende del servizio sanitario regionale, può autorizzare il Commissario ad acta nominato dal Governo ad adottare un piano straordinario per l’assunzione di personale medico, sanitario e socio-sanitario, anche per il settore dell’emergenza-urgenza, facendo ricorso innanzitutto agli idonei delle graduatorie in vigore, nel limite del 20 per cento delle risorse di cui all’articolo 6, comma 1, del decreto stesso.

Tuttavia, in altre Regioni reduci da un commissariamento in sanità ed interessante da un Piano di rientro triennale, permangono situazioni di forte criticità sul piano dell’erogazione dei servizi sanitari ai cittadini. Infatti, i livelli di qualità di tali servizi non solo non rispettano i programmi dei Piani di rientro dal commissariamento, ma hanno subito un notevole peggioramento nel corso dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Per questi motivi, ho ritenuto doveroso impegnare il Governo ad estendere le misure sul commissariamento previste dal DL “Calabria bis” a quelle Regioni vincolate a Piani triennali di rientro in ambito sanitario, nel caso di verificate inadempienze, inefficienze od anche di effettive esigenze da parte delle stesse Regioni.

Tengo a sottolineare che l’ordine del giorno a mia firma è stato accolto ed approvato in maniera integrale, senza apportare modifiche. Segno che l’esigenza di vincolare i sistemi sanitari regionali a risultati minimi da raggiungere è estremamente attuale, oltre che condivisa da larghi settori anche in Parlamento, nonostante si debba ancora intervenire in maniera sistematica sulla questione.



Di Generoso Maraia – Movimento 5 Stelle:

FONTE : Generoso Maraia – Movimento 5 Stelle