APPROVATA IN COMMISSIONE LAVORO LA PROPOSTA DI LEGGE SU PARITÀ SALARIALE, PASSO AVANTI PER INTERO PAESE

In commissione Lavoro alla Camera abbiamo approvato all’unanimità la proposta di legge sulla parità salariale. Un passo avanti importantissimo per milioni di donne, ancor di più in questo particolare momento storico, e più in generale per l’intero Paese visto che attualmente il divario di genere fa perdere all’Italia 8 punti di Pil.

Il testo unificato è frutto di un lavoro di tessitura che raccoglie gli spunti di diverse pdl che sono state presente sullo stesso argomento, tra cui la mia, da cui sono stati tratti due articoli. Quel testo prende ispirazione dalle normative già in vigore in altri Paesi europei, come Austria, Belgio, Spagna, Portogallo, Regno Unito, che fanno leva sulla ‘brand reputation’. Prevede la trasparenza nella comunicazione dei dati da parte delle aziende, per innescare un percorso virtuoso e ridurre la disparità di genere, in particolare sui salari.

Le donne mediamente percepiscono il 12,2% in meno degli uomini, a parità di mansione. Ma se si analizzano i dati degli impieghi in cui è richiesta una laurea il divario cresce addirittura del 30,6%.
Con questo provvedimento iniziamo a invertire la rotta. Ora portiamolo subito in Aula!



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini