Anticipo saldi, Giunta senza conoscenza del commercio

Anticipo saldi, Giunta senza conoscenza del commercio

“L’anticipo dell’inizio dei saldi a sabato 25 luglio conferma la mancanza di conoscenza del settore del commercio da parte di questa Giunta regionale”. Lo afferma il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Cristian Sergo.

“Si è scelto di posticipare i saldi al primo di agosto con la motivazione di vendere con le promozioni durante il mese di luglio, con l’intento di rilanciare le vendite di fine stagione nel mese più caldo quello in cui le famiglie vanno in ferie – sottolinea l’esponente M5S -. Scelta che non condividevamo ma che, essendo stata proposta da un’associazione di categoria, non potevamo criticare a priori. Ora però, l’assessore Bini avverte, con poche ore di preavviso, i commercianti di avere anticipato la data dei saldi al 25 luglio. Tutto questo per rincorrere il presidente della Campania De Luca, che la scorsa settimana ha approvato una mozione presentata dal MoVimento 5 Stelle in cui i nostri colleghi chiedevano di anticipare i saldi estivi. Mozione che però era stata presentata tempestivamente all’inizio di luglio”.

“Indicare invece con così poco preavviso una data importante come quella dei saldi estivi ai negozianti dimostra l’assoluta assenza di conoscenza del settore da parte della Giunta, che con totale improvvisazione prima posticipa i saldi al 1° agosto per dare respiro al settore, poi li anticipa al 25 luglio, sempre adducendo sempre la stessa giustificazione. Così facendo però – conclude Sergo – non si dà il tempo agli esercenti di organizzarsi con un’adeguata campagna informativa, promozionale, mediatica, e con la necessità di reperire in alcuni casi i necessari addetti. E il respiro al commercio lo si toglie”.



Di M5S Friuli Venezia Giulia:

FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia