Andiamo avanti a testa alta

Perdere tanti colleghi ed amici senza preavviso ha spiazzato tutti ed ammetto che sono giorni in cui è importante fare autocritica ma senza rinnegare chi siamo, perché siamo qui e perché è importante non commettere altri errori. Lasciatemi però dire che non ritengo un errore la fiducia nel prossimo, la tolleranza e il rispetto reciproco.

Abbiamo una responsabilità di governo dal 2018 che non abbiamo ceduto nonostante i costanti giochi di palazzo, dal Papeete alle bugie sul MES. Non dimentico che governiamo e gestiamo i soldi avuti dall’Europa grazie alla capacità contrattuale di Giuseppe Conte. Così come gli sforzi diplomatici per la pace di Luigi Di Maio sono innegabili. So che è più facile far saltare il banco ad agosto, non sarebbe neanche una novità, ma non abbiamo mai cercato soluzioni semplici a problemi complessi. Non esistono. Le sirene degli uomini della provvidenza che ci vogliono fuori dal governo dovrebbero restare in vacanza.

Andiamo avanti a testa alta anche se restiamo vittime di noi stessi quando pensiamo di lottare con un braccio legato dietro alla schiena, quando ci poniamo regole rigide mentre nessuno degli avversari le rispetta. 



Di Fabiana Dadone:

FONTE : Fabiana Dadone