Ambasciatori della partecipazione: fare squadra per la comunità

di Valeria Marrocco e Roberto Monaldi, tutor del percorso di formazione “Ambasciatori della Partecipazione”


Il 27 gennaio è iniziato il percorso di formazione “Ambasciatori della Partecipazione”, promosso dalla Rousseau Open Academy. Tre mesi di formazione gratuita online in cui i docenti e esperti della Rousseau Open Academy formeranno i futuri “Ambasciatori della Partecipazione” per dare voce agli attivisti che vogliono alimentare il progetto civico portato avanti da Rousseau e dedicarsi alla promozione e all’applicazione degli strumenti di democrazia diretta e partecipata sul proprio territorio.

Venerdì 5 febbraio ha avuto luogo la seconda lezione. Tantissime sono le persone provenienti da ogni parte del nostro Paese che hanno abbracciato il percorso formativo che richiede costanza, partecipazione, approfondimento oltre ad apertura all’ascolto, sviluppo delle capacità relazionali e di fare squadra, dove le singole individualità sono messe a disposizione della comunità, creando quel clima di propositività e collaborazione, lo stesso che abbiamo riscontrato durante i momenti formativi tra i partecipanti, i docenti e il team.

Inoltre notevole è stato, già nei primi due appuntamenti, l’interesse rispetto alle lezioni tenute dai nostri docenti. Nella prima lezione, il 27 gennaio, con Maurizio Manca ed Emanuel Mazzilli si è affrontato il tema della “Evoluzione delle Reti Digitali: dalle origini del web fino allo sviluppo dei social network”. Nella scorsa del 5 febbraio, con Davide Casaleggio e Renato Grottola i partecipanti hanno potuto approfondire un tema di grande interesse: “Internet delle cose, Big Data, Intelligenza Artificiale e Blockchain. Cosa sono le tecnologie esponenziali e come stanno cambiando”.

Esperti di democrazia diretta hanno fatto da traino per rendere fruibili concetti complessi trasformandoli in accessibili con un linguaggio semplice e stimolante. La barriera digitale che separa persone anziane e giovani si fa sempre più sottile perché all’interno del progetto tutti sono consapevoli di aiutare chi in questo momento rimane più indietro nella digitalizzazione.

In entrambe le lezioni, con immenso piacere, in qualità di tutor del percorso di formazione, abbiamo riscontrato dalle domande che vengono rivolte ai relatori nonchè docenti, in ogni incontro, grande attenzione e manifesto interesse rispetto alle sessioni formative. Il tempo per soddisfarle tutte non è mai abbastanza. Quando ci troviamo a moderare le domande, ci rendiamo conto quanto questo momento sia atteso dai presenti, perché utile per ulteriori approfondimenti sempre molto interessanti da parte dei docenti.

Questo ci fa capire quanto sia prezioso il momento formativo che, ogni volta, prende maggiore forza, quando i partecipanti, hanno la possibilità di trovarsi in stanze virtuali, per la parte dedicata all’esercitazione pratica, composte da gruppi di loro, per elaborare insieme progetti in ottica di espressione della “intelligenza collettiva”, andando oltre quelle che sono le individuali sensibilità ma altresì potenziando le individuali attitudini e competenze  mettendole a servizio del gruppo.

Per noi è sempre molto bello riscontrare ogni volta l’entusiasmo e la passione con cui interagiscono i partecipanti dando luogo a risultati molto interessanti. Anche il momento in cui si conoscono e si approcciano l’uno all’altro presentandosi e scambiandosi i propri contatti e informazioni sulla loro collocazione fisica territoriale, con la finalità di organizzare il loro lavoro in gruppo, è già occasione per comprenderne le loro inclinazioni relazionali. È prezioso per noi “girare”, seppur virtualmente, nelle stanze per seguirli più da “vicino” nelle loro interazioni rivolte a realizzare l’obiettivo che Rousseau Open Academy si è proposto, ovvero di dare la possibilità agli iscritti, che desiderano farlo, di acquisire competenze specifiche in ambito di cittadinanza digitale.

Anche dai sondaggi che lanciamo successivamente alla conclusione di ogni evento formativo, al fine di capire come rispondere adeguatamente alle esigenze dei partecipanti, emergono dati molto interessanti di alto gradimento. L’87% dei partecipanti ha apprezzato l’esercitazione pratica e il 94% ha ritenuto che i relatori hanno stimolato l’interesse nei confronti degli argomenti trattati. E’ nostra cura fornire ai partecipanti in occasione di ogni lezione formativa, del materiale didattico on line, come dispense, filmati multimediali, audio e video proposti dai docenti e anche sotto questo profilo il 92,70% ne riconoscono la facilità di accesso.

Per tutti noi è una grande soddisfazione, perchè è solo attraverso la qualità dell’offerta didattica, che possiamo favorire nei partecipanti un migliore sviluppo delle proprie conoscenze nonchè attitudini.

Sabato 13 febbraio alle ore 16 avrà luogo la terza lezione che segnerà la conclusione del primo modulo, nella quale Enrica Sabatini e a Massimo Di Felice, in qualità di docenti, ci guideranno verso “i modelli di Rete e le principali teorie delle Reti”.

Vi aspettiamo! Registratevi QUI per partecipare. Sarà una lezione speciale dove avremo anche la possibilità di ascoltare le restituzioni di ogni singolo gruppo, in forma di presentazione, del lavoro svolto in queste settimane. Siamo certi che saranno ricche di spunti e di interessanti risultati.


REGISTRATI QUI PER PARTECIPARE IL 13 FEBBRAIO AL TERZO INCONTRO DEL PERCORSO DI FORMAZIONE “AMBASCIATORI DELLA PARTECIPAZIONE”



Di Il Blog delle Stelle:

FONTE : Il Blog delle Stelle