ALLARME CARITAS: IL COVID CONTINUA A CREARE NUOVI POVERI IN ITALIA

Secondo i dati #Caritas diffusi oggi, una persona su 4 tra quelle che hanno chiesto aiuto alle sedi diocesane durante il periodo della pandemia (settembre 2020-marzo 2021) erano persone che mai prima di allora avevano chiesto sostentamento.

🧮 I nuovi #poveri generati dalla crisi pandemica sono stati 132.717, il 24% del totale. Soprattutto donne (53.7%) e italiani (60,4%).
➡️ Dati molto preoccupanti ai quali bisognerebbe dare risposte. Invece il meccanismo dei ristori si è inceppato con l’avvento di Draghi, il cui Governo sembra insensibile a questa emergenza. I sostegni infatti, da quando c’è il “governo dei migliori”, arrivano tardi e male: e’ passato ormai un mese da quando il parlamento ha votato per lo scostamento di bilancio da 40 miliardi ma il decreto per impiegarli è fuori dai radar. 📡
E c’è anche chi ha sempre criticato e vorrebbe spazzare via il Reddito di Cittadinanza, che invece sta tenendo unito il tessuto sociale evitando situazioni di miseria assoluta per milioni di italiani!

🦠 La pandemia, con il suo fardello di posti di lavoro persi, soprattutto tra le donne, e di introiti in picchiata per gli autonomi, sta ancora perdurando nei suoi effetti negativi.

đź‘€ Il Governo Draghi sta a guardare e si limita a promettere aiuti roboanti che non arrivano: parole, soltanto parole, come i soldi in 4 giorni di Salvini e mai visti (come il taglio delle accise da lui promesso dal 2018).
Questo governo ammucchiata non riesce a dare risposte ai cittadini, si limita a disquisire sull’orario del coprifuoco mentre troppi italiani senza reddito si rivolgono alle strutture caritatevoli in attesa di aiuti concreti e di percorsi di reinserimento lavorativo.
Serve un piano per sostenere gli italiani in difficoltà e farli ripartire. Basta chiacchiere! Dai “migliori” ci aspettiamo fatti concreti, dove sono?

#caritas
#povertĂ 
#RedditoDiCittadinanza
#ristori

Leda Volpi