Alessandro Di Battista: LA CASELLATI USA I VOLI DI STATO COME FOSSERO TAXI PERSONALI

Maria Elisabetta Alberti Casellati “Vien dal mare” è la Presidente del Senato. L’art. 54 della Costituzione della Repubblica (costituzione spesso dimenticata da quelli che, a chiacchiere, la descrivono come la più bella del mondo) dice: «i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore». Disciplina e onore. Ebbene credo che dare l’esempio abbia a che fare con l’onore. Si tratta di etica politica.

La “Contessa” Elisabetta Alberti Casellati “Vien dal mare” nell’ultimo anno ha utilizzato un numero record di voli blu. E’ salita a bordo del Falcon 900 del 31°stormo dell’aeronautica militare ben 124 volte. Missioni all’estero? Appuntamenti istituzionali imperdibili? Ma quando mai! L’aereo blu l’ha utilizzato, per di più, per il tragitto casa-lavoro, lavoro-casa. Rotta Roma-Venezia, per intenderci. Eppure per quella tratta ci sono treni molto veloci a disposizione. Ma l’aereo blu è sempre l’aereo blu. A quanto pare la nobildonna ha utilizzato il Falcon anche per andare in vacanza in Sardegna. Dicono che abbia preteso con veemenza il posto ponte in traghetto ma era tutto pieno. Credo, ripeto, che la sobrietà nell’epoca drammatica che stiamo vivendo sia un valore.

C’è chi sostiene che queste siano “minchiate”. Per me non lo sono affatto. Pertini diceva: «i giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi». Inoltre non è affatto vero che la sobrietà nell’uso di denaro pubblico non sia importante anche dal punto di vista economico. Leggo (oggi sul Fatto) che all’interno del Movimento 5 Stelle si stia discutendo sulla restituzione del TFR al termine della legislatura. Vi sembrerà assurdo ma quando la Camera mi bonificò 43.000 euro di “liquidazione” io fui felice nel restituirli. Giorni fa ho suggerito a tutti i parlamentari della Repubblica di destinare il 100% del TFR che prenderanno per questa legislatura ad un fondo a contrasto dell’usura. 43.000 euro x 945 parlamentari fanno 40 milioni di euro circa. Mica spiccioli. La mia proposta non ha sortito grande entusiasmo nei palazzi del potere.
Per tornare alla Casellati c’è chi sostiene che un’ora di Falcon costi tra i 5000 ed i 7000 euro. Se fosse così i voli blu della Casellati ci sarebbero costati circa 750.000 euro nell’ultimo anno. Poca roba di fronte alle centinaia di miliardi di euro del bilancio dello Stato forse. Ma tanti, davvero tanti, in un Paese dove le diseguaglianze crescono a dismisura.

P.S. Non vorrei rovinare l’atmosfera idilliaca e conformista della Pax draghiana ma se la Casellati avesse utilizzato davvero un aereo di Stato per le sue vacanze dovrebbe dimettersi all’istante. Nei paesi normali (dove oltretutto esiste un’opposizione) funziona così.

Alessandro Di Battista