AL VIA IL FONDO DA 750 MILIONI PER AIUTARE LE IMPRESE IN CRISI A RIPARTIRE

Le imprese italiane avranno a disposizione un totale di 750 milioni per uscire dalle crisi aziendali, tutelare i propri lavoratori e fare investimenti.

In questo periodo di pandemia, che si somma a crisi già esistenti prima dell’emergenza, abbiamo lavorato per fare nascere il Fondo per la gestione delle crisi d’impresa, finalmente in Gazzetta Ufficiale.

Con questo provvedimento, interveniamo con 300 milioni per l’anno in corso, 250 per il 2021 e 100 milioni l’anno a disposizione nel 2022 e nel 2023: nello specifico, lo Stato sostiene l’azienda in crisi e, con una somma fino a 10 milioni di euro, entra nel capitale aziendale per un massimo di 5 anni, traghetta l’impresa fuori dalla crisi fornendole garanzie a fondo perduto, e poi esce.

Si tratta di una strategia che sostiene non solo i grandi marchi storici del nostro Paese, ma tutte le imprese che rappresentano una rilevanza determinante e che rendono grande il nostro #MadeInItaly.

Ma non finisce qui: con queste risorse aiutiamo le aziende a restare in Italia stabilendo il divieto di spostare l’attività in Paesi esteri.

Il nostro obiettivo è tutelare tutti, dalle imprese che accedono al Fondo e che possono fare investimenti, ai loro dipendenti che conservano il posto di lavoro, oltre che proteggere i marchi storici e le piccole e medie imprese, cuore pulsante della nostra economia.



Di Tiziana Ciprini:

FONTE : Tiziana Ciprini