Al via a Bormio Forum ‘’Food & Beverage’’

Si apre domani a Bormio il 6° Forum dedicato alla filiera del Food & Beverage. Organizzato da The European House – Ambrosetti, l’evento prevede la presentazione del rapporto annuale sulla filiera agroalimentare italiana,  la presenza di relatori di primissimo piano, ricerche di approfondimento e dibattiti che nei due giorni del Forum offriranno una completa panoramica sul settore agrifood, un comparto che naviga in un contesto turbolento caratterizzato da cinque fattori di rischio: la pandemia, la guerra, l’impennata dell’inflazione, l’esplosione dei costi energetici e di logistica, l’interruzione di alcune filiere di approvvigionamento. Fattori che saranno tutti analizzati a Bormio offrendo uno scenario utile per i decisori aziendali. Tra i politici attesi a Bormio, Gilberto Pichetto Fratin, vice ministro allo Sviluppo Economico, che puntualizzerà le opportunità offerte al settore dal Pnrr, Francesco Battistoni, sottosegretario di Stato per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, a cui è affidata l’apertura del secondo giorno di lavori, e Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Esteri.

Il Forum avrà inoltre un focus sulle Filippine, in prospettiva di una collaborazione crescente tra l’Italia e il Paese asiatico, con due alti rappresentanti del governo delle Filippine, Ceferino S. Rodolfo, sottosegretario del ministero dell’Industria e del Commercio, e Ariel T. Cayanan, sottosegretario per le Operations e la Meccanizzazione Agricola e della Pesca che interverranno con l’Ambasciatore d’Italia a Manila Marco Clemente alla presentazione della ricerca “L’internazionalizzazione della filiera agroalimentare italiana: le Filippine come partner e mercato di riferimento”. The European House – Ambrosetti individua nel paese asiatico un promettente nuovo sbocco per l’export agroalimentare del nostro Paese per l’economia in rapida crescita, la popolazione giovane, propensione al consumo, elevate importazioni di prodotti alimentari, in cui l’Italia si colloca solo al 20° posto, ma soprattutto posizionamento strategico quale «porta di accesso» al mercato Asean (nel complesso quasi 3.000 miliardi di dollari di Pil,+21,5% rispetto al 2015, terzo posto per grandezza nel continente e quinto nel mondo).

Tra gli altri temi all’attenzione del Forum, “La R(evoluzione) Sostenibile della filiera agroalimentare italiana” l’urgenza oramai non più procrastinabile di ripensare i sistemi produttivi in chiave più sostenibile e circolare per contrastare l’emergenza economica, climatica e ambientale e  il rapporto salute e cibo, a cui nella mattinata di sabato 18 giugno sarà dedicata la sessione di lavori “Alimentazione e salute: quali sfide per i prossimi anni” con la partecipazione del dietologo e nutrizionista, nonché dietologo ufficiale Juventus F.C., Giorgio Calabrese, di Mauro Bonati, DG Yakult Italia e di Giovanni Zucchi, amministratore delegato Oleificio Zucchi.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale